Articoli

Noto in tutto il mondo come uno dei più grandi geni di tutti i tempi, Leonardo Da Vinci non cessa di essere uno dei pilastri di molte discipline ancora oggi oggetto di studio da parte di studiosi e scienziati di tutto il mondo. Una mente sorprendentemente vivace ed eclettica, che ha saputo lasciare il segno non solo nella storia dell’arte, ma anche nella geologia, nell’astrologia, nella fisica, nell’anatomia. Oggi una ricerca scientifica basata sull’analisi di alcuni suoi dipinti riporta alla ribalta la figura di Leonardo Da Vinci, ipotizzando che forse egli potesse essere strabico. 

La ricerca in questione è stata pubblicata nei giorni scorsi su Jama Ohptalmology da parte del professor Christopher Tyler, esperto in neuroscienze visive, già docente sia presso l’Università City of London sia presso l’istituto Smith Kettlewell Eye Research di San Francisco. Lo studioso ha preso in analisi sei ritratti ed autoritratti – due dipinti ad olio, due disegni e due sculture – osservando in ciascuno la posizione degli occhi dei protagonisti. In seguito a misurazioni ben precise e ad analisi approfondite, Tyler ha concluso che probabilmente Leonardo Da Vinci deve aver sofferto di strabismo, con una deviazione dell’occhio sinistro di -10.3°. Secondo lo studio, ad ogni modo, e vista la straordinaria perfezione di molte opere, nonché la notevole capacità di descrivere e ritrarre il reale in modo ineccepibile da parte di Leonardo Da Vinci, si suppone che egli soffrisse di esotropia intermittente. Se la teoria fosse confermata, Da Vinci non sarebbe il primo né l’ultimo artista ad aver lasciato il segno nella storia dell’arte internazionale nonostante una difficoltà visiva. Soffrivano di strabismo, infatti, anche Durer, Barbieri e Il Guercino.

Fonte: Jama Ophtalmology

Che cos’è l’esotropia intermittente?

Per esotropia intermittente si intende un disturbo oculare non permanente, ma occasionale. A volte un occhio non riesce a mantenere il suo consueto e corretto allineamento e dunque devia verso l’interno. L’esotropia è un fenomeno talvolta osservabile nei bambini. Non dimentichiamo che la prevenzione oculare passa attraverso una serie di tappe imprescindibili, tra le quali figurano anche delle visite specialistiche da programmare durante l’infanzia. Il consiglio è quello di non aspettare di notare nel bambino un disturbo oculare per prenotare un check up della vista e dell’apparato visivo. Se l’esotropia (così come l’exotropia), infatti, è un disturbo che anche un occhio meno esperto come quello di un genitore può rilevare facilmente, vi sono diverse patologie che non sono diagnosticabili in alcun modo senza l’aiuto di uno specialista. Lo stesso discorso vale per l’ambliopia, nota anche come occhio pigro, un disturbo piuttosto comune in età pediatrica.

FOR KIDS è la visita oculistica specialistica pediatrica firmata Neovision

La visita oculistica specialistica pediatrica FOR KIDS è particolarmente approfondita ed accurata ed include diversi esami mirati a valutare lo stato di salute degli occhi e della vista dei più piccoli. Per prenotare chiama dal lunedi al venerdi allo 02 30317600.

 

 

Chiamato anche “il ladro silenzioso della vista”, il glaucoma è una patologia particolarmente insidiosa perché spesso diagnosticata quando si trova in una fase già piuttosto avanzata e quando i suoi sintomi si fanno evidenti. Insomma, nel caso del glaucoma, la parola d’ordine è più che mai prevenzione. Ecco perché Neovision ha il piacere di invitarti ad uno screening gratuito della pressione oculare presso il punto vendita VisionOttica Astarita a Novate Milanese (MI).

Il glaucoma, noto anche come “il ladro silenzioso della vista”

Il glaucoma è una patologia tipica dell’età matura. Ma a differenza di altre patologie, per le quali vi è una soluzione tangibile, (ci riferiamo, per fare un esempio, alla cataratta), il glaucoma è molto più insidioso. Esso infatti si manifesta in modo conclamato quando è già in fase piuttosto avanzata e dunque quando ha già danneggiato in modo permanente ed irreversibile le strutture oculari, nello specifico la retina ed il nervo ottico. Per questo motivo, e perché il glaucoma è la prima causa di cecità irreversibile a livello mondiale, Neovision scende oggi in campo e ti propone un’interessante occasione di informazione e di prevenzione.

Neovision e VisionOttica Astarita hanno un invito speciale per te

Neovision ha il piacere di invitarti presso VisionOttica Astarita nei giorni 29, 30 Novembre e 1 Dicembre per effettuare una misura gratuita della pressione oculare. In questa occasione potrai sottoporti ad una tonometria: una misurazione rapida ed indolore della pressione oculare, effettuata tramite un semplice soffio d’aria. Si tratta di un esame molto utile, dal momento che il glaucoma è causato precisamente da una pressione intraoculare troppo alta e da un accumulo anomalo di umor acqueo all’interno delle strutture oculari.

La tonometria è uno degli esami previsti nel percorso di diagnosi del glaucoma, tuttavia il suo risultato è solo il primo passo verso l’accertamento della patologia. Gli altri esami a completamento dello screening saranno offerti, sempre a titolo gratuito, presso una delle nostre cliniche Neovision a Milano.

Ti aspettiamo in VisionOttica Astarita
Presso il Centro Commerciale Metropoli
in Via Amoretti, 1 a Novate Milanese (MI)
Il 29 e 30 novembre e l’1 dicembre alle 10.00 alle 18.30.

Il glaucoma è tra le patologie oculari più insidiose che si possono manifestare in età adulta. Ecco perché Neovision ha il piacere di invitarti ad uno screening gratuito della pressione oculare presso il punto vendita VisionOttica De Angeli a Milano. Di seguito i dettagli.

Il glaucoma, ovvero il ladro silenzioso della vista

Il glaucoma è la prima causa di cecità irreversibile a livello mondiale. Si tratta di una patologia che si sviluppa generalmente dopo i 40 anni di età, caratterizzata da un aumento di pressione dovuto ad un anomalo accumulo di umor acqueo all’interno delle strutture oculari. La pressione eccessiva arreca un danno al nervo ottico, che dunque fatica sempre di più a svolgere correttamente la sua funzione. Sfortunatamente, quando il paziente si accorge di avere un calo della capacità visiva, la malattia è già ad uno stadio piuttosto avanzato: ecco spiegato perché il glaucoma viene anche chiamato “il ladro silenzioso della vista”, e perché la prevenzione ha un ruolo importantissimo.

Neovision e VisionOttica De Angeli hanno un invito speciale per te

Neovision ha il piacere di invitarti presso VisionOttica De Angeli nei giorni 22, 23 e 24 Novembre per effettuare una misura gratuita della pressione oculare. In questa occasione potrai sottoporti ad una tonometria: una misurazione rapida ed indolore della pressione oculare, effettuata tramite un semplice soffio d’aria.

La tonometria è uno degli esami previsti nel percorso di diagnosi del glaucoma, tuttavia il suo risultato è solo il primo passo verso l’accertamento della patologia. Gli altri esami a completamento dello screening saranno offerti, sempre a titolo gratuito, presso una delle nostre cliniche Neovision a Milano.

 

Ti aspettiamo in VisionOttica De Angeli
Piazza Ernesto De Angeli 1, Milano.
Il 22, 23 e 24 novembre alle 10.00 alle 18.00.

Sono stati pubblicati recentemente su Jama Ophtalmology Online i risultati di uno studio condotto dalla Harvard Medical School of Boston, volto ad identificare il legame tra polveri sottili e glaucoma. La connessione tra la patologia e gli agenti inquinanti esiste, ma solamente in taluni casi specifici.

Cosa sono le polveri sottili

Le polveri sottili, note anche con il nome di particolato o di PM10, (ma anche PM2,5 o PM1, per esempio, dove la cifra numerica sta ad indicare la tipologia e le dimensioni del particolato), sono degli agglomerati di microscopiche particelle di agenti inquinanti che rimangono in sospensione nell’aria nelle zone maggiormente urbanizzate del mondo. Il particolato può avere effetti negativi sul nostro organismo, specie nei soggetti predisposti.  L’inalazione di particolato:

  • può avere conseguenze negative sull’apparato respiratorio, favorendo lo sviluppo di patologie come asma, bronchiti asmatiformi ed enfisema;
  • può favorire l’insorgenza di alcuni tipi di tumore (fonte: airc.it);
  • può innescare alcune spiacevoli sintomatologie oculari, come prurito, ammiccamento, bruciore, negli adulti e nei bambini (fonte: Pubmed.gov);
  • può causare alcune patologie dell’occhio, come la Sindrome dell’Occhio Secco.

I dettagli della ricerca sul legame tra polveri sottili e glaucoma

La ricerca ha visto il coinvolgimento di 419 anziani (già parte di un altro studio sui sintomi tipici dell’invecchiamento) ai quali, ogni 3-5 anni, veniva misurata la pressione intraoculare. Tutti i soggetti risiedevano nella zona metropolitana di Boston, in prossimità degli 83 siti di monitoraggio dei livelli di particolato. Gli studiosi hanno dunque messo in relazione i livelli di inquinamento atmosferico con quelli relativi alla pressione oculare, tenendo conto di altri fattori quali fumo di sigaretta, presenza di altre patologie come cardiopatie e ipertensione, stile di vita e, non ultime, le caratteristiche genetiche degli anziani coinvolti.

I risultati dello studio: esiste un legame tra polveri sottili e glaucoma?

La risposta che la scienza dà a questo quesito è no. Sembra non esistere, a livello generale, alcun legame di causa-effetto tra il tasso di agenti inquinanti presenti nell’aria e la possibilità di sviluppare il glaucoma. Tuttavia, in alcuni soggetti anziani di sesso maschile con determinate caratteristiche genetiche capaci di renderli più vulnerabili rispetto allo stress ossidativo, si è registrata una connessione tra l’aumento di polveri sottili e l’innalzamento della pressione intraoculare: una condizione che potrebbe predisporre allo sviluppo del glaucoma.

Fonte: Jama Network

Effettuare controlli periodici dell’apparato visivo è importante per diagnosticare in tempo alcune tra le patologie più comuni e tuttavia più insidiose tipiche dell’età adulta, come la cataratta, le maculopatie e il glaucoma: a tal proposito, Neovision ha il piacere di invitarti ad uno screening gratuito della pressione oculare presso il punto vendita VisionOttica Ripamonti di Milano. Ecco i dettagli. 

Il glaucoma, ovvero il ladro silenzioso della vista

Il glaucoma è la prima causa al mondo di cecità irreversibile. Si tratta di una patologia che coinvolge e danneggia il nervo ottico, quella delicatissima parte dell’occhio deputata al trasferimento dell’informazione luminosa al cervello. La causa di questo danno è un aumento di pressione causato da un accumulo di umor acqueo all’interno delle strutture oculari. Purtroppo, quando il paziente si accorge di avere un calo della capacità visiva, spesso la malattia è già ad uno stadio piuttosto avanzato: ecco perché il glaucoma viene anche chiamato “il ladro silenzioso della vista”.

Neovision e VisionOttica Ripamonti hanno un invito speciale per te

Neovision ha il piacere di invitarti presso VisionOttica Ripamonti nei giorni 10 e 11 Novembre, senza necessità di prenotazione, per effettuare una misura gratuita della pressione oculare. L’esame che avremo il piacere di offrirti si chiama tonometria: una misurazione veloce ed indolore della pressione oculare, effettuata tramite un semplice soffio d’aria.

La tonometria è uno degli esami previsti nel percorso di diagnosi del glaucoma, tuttavia il suo risultato è solo il primo passo verso l’accertamento della patologia. Gli altri esami a completamento dello screening saranno offerti, sempre a titolo gratuito, presso una delle nostre cliniche Neovision a Milano.

Ti aspettiamo in VisionOttica Ripamonti
Via Ripamonti 110, Milano

Sabato 10 Novembre: dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18;
Domenica 11 Novembre: dalle 10 alle 18.

5 sintomi oculari da non trascurare

Avere cura dei propri occhi giorno dopo giorno ed anno dopo anno garantisce la possibilità di giungere alla terza età con la possibilità di poter ammirare il mondo in tutta la sua bellezza. E’ passato il tempo in cui la maggior parte degli anziani vedeva poco e male: oggi la medicina moderna, unita alla grande sensibilità verso i concetti di prevenzione ed attenzione alla salute, consente a tutti di mantenere non solo l’apparato visivo, ma l’intero organismo in buona salute fino in tarda età. A proposito degli occhi, tuttavia, è bene non ignorare e sottovalutare alcuni sintomi oculari che, al contrario, conviene comunicare al proprio oculista di fiducia. Vediamo quali sono. 

1 – Occhi spesso rossi con lacrimazione abbondante

Se gli occhi sono spesso arrossati e lacrimano abbondantemente, può capitare di pensare ad un’allergia, ad un banale caso di stanchezza oppure imputare in senso di irritazione all’uso lenti a contatto. Tuttavia, rossore ed iperlacrimazione possono essere anche i sintomi oculari indicanti una cheratite, ovvero una infiammazione della cornea che può avere origine batterica o virale, oppure essere associata ad altre malattie di tipo sistemico. A prescindere dalla sua origine, una cheratite trascurata può peggiorare notevolmente, conducendo a ulcere corneali che lasciano poi il posto a cicatrici capaci di danneggiare irrimediabilmente la capacità visiva.

2 – Visione doppia

Tra i sintomi oculari da non sottovalutare, segnaliamo anche la visione doppia. Chiamata anche diplopia, sia essa da un occhio oppure da entrambi, la visione doppia non deve essere sottovalutata. La causa più comune è lo strabismo: poiché i bulbi oculari non si trovano in asse, il paziente strabico tende naturalmente a vedere doppio. Altre cause della diplopia non transitoria possono essere molteplici, come per esempio un problema di tipo neurologico o una malattia autoimmune. La diplopia è, ad ogni modo, un sintomo da non prendere mai sottogamba. Diverso è il caso di una visione doppia che esordisce d’improvviso assieme a cefalea, giramenti di testa, debolezza: in quel caso naturalmente è bene recarsi al pronto soccorso per una visita d’urgenza.

3 – Pupille di diametro differente

La differenza nel diametro delle due pupille prende il nome di anisocoria. Essa può manifestarsi in modo improvviso, come conseguenza di un problema neurologico. Un problema neurologico, una patologia come una uveite, un glaucoma ad angolo aperto oppure un ictus possono manifestarsi con un’anisocoria. Non accantonate i sintomi oculari come stranezze passeggere, ma fatevi visitare quanto prima da uno specialista. Se le vostre pupille anisocoriche reagiscono male agli stimoli luminosi, le palpebre appaiono più basse del normale (ptosi) e in generale notate un cambiamento nei vostri occhi, recatevi subito da un medico.

4 – Bagliori, sfarfallii, lampi

Capita a tutti di avere la sensazione di vedere un bagliore, un corpo estraneo, un pelucco che vola davanti ai nostri occhi, e che tuttavia non c’è. Il fenomeno è comunemente detto delle “mosche volanti”, in gergo medico delle miodesopsie: si tratta di un sintomo legato all’addensarsi fisiologico delle fibre di collagene presenti all’interno del corpo vitreo, un addensamento che va via via intensificandosi con l’età. Non impuntarsi nell’osservare le mosche volanti e tenere il proprio corpo ben idratato possono essere degli ottimi nonché semplicissimi antidoti contro questo piccolo disturbo che capita davvero a tutti prima o poi nella vita insieme ad altri sintomi oculari. Diverso è il caso se le mosche volanti o dei bagliori o flash improvvisi si manifestano repentinamente ed massicciamente: in questo caso potrebbe essere in atto un distacco di corpo vitreo oppure di retina, ed è bene recarsi quanto prima dall’oculista, per appurare lo stato di salute di propri occhi e correre ai ripari nel più breve tempo possibile.

5 – Dolore agli occhi

Per concludere la top 5 dei sintomi oculari da non sottovalutare, citiamo il dolore agli occhi. Solitamente il dolore agli occhi è causato da un trauma. Quando questo non accade, potrebbe essere sintomo di una patologia. Non sottovalutare mai un dolore all’occhio, specie se intenso: una grave infiammazione del nervo ottico, chiamata neurite ottica, non solo porta a provare un dolore piuttosto intenso, ma può anche comportare una drastica riduzione della capacità visiva.

 

correre fa bene alla vista

Non è la prima volta che sottolineiamo l’importanza di svolgere attività all’aria aperta per il benessere di tutto l’organismo, la buona ossigenazione dei tessuti e la prevenzione dell’invecchiamento. Alcune ricerche hanno addirittura messo in luce la diretta correlazione tra l’attività sportiva – nello specifico la corsa – ed il benessere visivo: vediamole nel dettaglio.

Attività sportiva e glaucoma

E’ risaputo che correre faccia bene all’apparato cardiocircolatorio ed al cuore nello specifico. E non solo: stando ad una ricerca pubblicata nei giorni scorsi su American College & Sports Medicine, più ci si mantiene in forma ed in movimento, e meno si corre il rischio di sviluppare il glaucoma. Il glaucoma è una patologia dell’occhio che porta ad un’alterazione della pressione intraoculare e che, sul lungo periodo, può danneggiare il nervo ottico e condurre ad una grave perdita di vista. Nel corso della ricerca, gli studiosi hanno preso in esame più di 9500 pazienti tra i 40 e gli 81 anni: il risultato è stato che i pazienti più attivi e sportivi, che praticavano attività aerobica ogni giorno, avevano la metà delle possibilità di sviluppare il glaucoma nei successivi sei anni. Stando alle conclusioni dello studio, una corsa di 10 miglia (16 km circa) la settimana sarebbe sufficiente a dimezzare il rischio di andare incontro al glaucoma. 

Perché correre aiuta a prevenire il glaucoma?

Vi domanderete come l’attività sportiva ed in particolare la corsa possano aiutare a diminuire il rischio di sviluppare il glaucoma. Gli studiosi non hanno dubbi: la corsa riesce ad abbassare la pressione intraoculare, ovvero il primo rischio per lo sviluppo della patologia. Una sola sessione di corsa può apportare già dei benefici all’apparato visivo riducendo la pressione intraoculare, ma correre tutte le settimane in modo costante riesce a controllarla in modo costante garantendo ottimi benefici anche sul lungo periodo.

Fonte: Medicine & Science in Sport Exercise

Running e degenerazione retinica

Secondo uno studio condotto dai ricercatori della Emory University Of Atlanta, correre farebbe bene anche a chi già soffre di degenerazione retinica. Un’ora di corsa al giorno per cinque giorni arginerebbe i sintomi di varie patologie retiniche, inclusa la maculopatia degenerativa senile. I pazienti “inattivi”, al contrario, sarebbero più soggetti a sviluppare maggiori sintomi di questo genere di patologie. Insomma, anche la retina riuscirebbe a trarre beneficio dalla corsa, anche se è doveroso precisare che in questo caso la ricerca è stata condotta, sino ad ora, solamente sui topi.

Fonte: Eyecenter.Emory.Edu

Correre fa bene alla vista

Alla luce degli studi sopra citati, è evidente che correre eserciti una lunga serie di effetti benefici su tutto il nostro organismo ed in particolar modo sul nostro apparato visivo, prevenendo o ritardando l’insorgenza di talune patologie e limitando i sintomi fastidiosi di altre. Senza contare il generale apporto benefico all’apparato cardiocircolatorio, al tono muscolare e, non ultimo, all’umore.

 

verdure a foglia prevengono glaucoma angolo aperto

Intere generazioni di mamme e di nonne ci hanno ripetuto per anni che mangiare carote e cibi di colore arancio fa bene alla vista. Effettivamente è così, ma oggi una ricerca scientifica ha dimostrato che le verdure a foglia fanno ancora meglio. Ma cerchiamo di capire meglio a chi e in quali casi. 

La ricerca alla quale ci riferiamo è stata pubblicata sulla rivista scientifica JAMA Ophtalmology, ed ha evidenziato come una dieta ricca di verdure a foglia riduca significativamente il rischio di sviluppare un glaucoma ad angolo aperto. Numeri alla mano, chi consuma una buona quantità di alimenti vegetali ricchi di ossido nitrico ha un 20-30% in meno di possibilità di sviluppare un glaucoma ad angolo aperto, nonchè un 40-50% in meno di andare incontro ad una perdita precoce della visione centrale.

4 grandi categorie di consumatori di verdure

La ricerca, condotta dal professor Jae Kang del Brigham & Women Hospital dell’Harvard Medical School, ha preso in esame – attraverso la somministrazione di specifici questionari via email – l’apporto dietetico di un gruppo di uomini e di donne partecipanti rispettivamente all’Health Professionals Follow-up Study ed al Nurse Health Study. In totale, il team del professor Kang ha preso in esame le risposte di ben 63 mila donne e 41 mile uomini, che sono stati poi suddivisi in 4 categorie di consumatori di verdure:

1 – consumatori di verdure verdi (lattuga, spinaci)

2 – consumatori di crucifere (broccoli, cavoli)

3 – consumatori di patate e cipolle

4 – consumatori di pomodori (crudi o sotto forma di salsa)

Verdure a foglia verde: tutti i benefici dell’ossido nitrico

Al termine della ricerca, il professor Kang ed il suo team di lavoro hanno evidenziato come i consumatori di verdure verdi fossero maggiormente protetti per ciò che concerne lo sviluppo di un glaucoma ad angolo aperto e la perdita di visione centrale rispetto ad i consumatori degli altri tre gruppi di vegetali. Dal punto di vista chimico, l’ipotesi sostenuta dalla ricerca è che l’ossido nitrico (NO) aiuti la circolazione sanguigna nelle zone della macula soggette allo stress della pressione intraoculare tipica del glaucoma ad angolo aperto, e che zeaxantina e luteina presenti proprio in questo genere di vegetali, si fissino nei tessuti di questa zona dell’occhio anche in quantità elevate, cosa che invece il beta carotene non riesce a fare. Non dimentichiamo, inoltre, che le verdure a foglia verde apportano un notevole apporto di flavonoidi, folati, sostanze antiossidanti e vitamina A.

Insomma, la natura come sempre ci viene incontro nell’aiutarci a mantenere il nostro corpo ed il nostro apparato visivo in forma più che mai. Non ci resta che approfittarne facendo il pieno di verdura a foglia verde.

Fonte: JamaNetwork

 

12 e 13 Dicembre: torna la prevenzione targata Neovision e Zeiss contro maculopatie e glaucoma

Maculopatie e Glaucoma: torna la prevenzione di Neovision e Zeiss!

Prevenire e diagnosticare precocemente le maculopatie (cioè, le  patologie che colpiscono la retina) e il glaucoma è fondamentale per proteggere i nostri occhi e la nostra vista.
Dopo il grande successo della prima iniziativa, torna l’appuntamento con la prevenzione di maculopatie ed il glaucoma. Ci vediamo il 12 ed il 13 dicembre a Milano, insieme a Zeiss!

Prevenzione maculopatie e glaucoma: come funziona lo screening gratuito

Lo screening gratuito per le patologie della retina ed il glaucoma è rapido, indolore e sicuro. Lo screening si svolgerà a Milano, presso l’Ottica Adami, e sarà svolto dai nostri operatori, supportati dagli amici di Zeiss.
Maculopatie e Glaucoma: screening gratuiti Neovision e Zeiss presso Ottica A Quattrocchi

Dove si svolge lo screening gratuito

TI ASPETTIAMO!! ;)

Retinopatie e Glaucoma: prevenzione Neovision insieme a Zeiss!

29 e 30 Novembre: preveniamo insieme le retinopatie e il glaucoma nelle giornate della prevenzione

Ci vediamo il 29 ed il 30 novembre a Milano, insieme a Zeiss, per promuovere la prevenzione delle retinopatie e del glaucoma.

Prevenire e diagnosticare precocemente le patologie retiniche (come la degenerazione maculare legata all’età) o il glaucoma è fondamentale per proteggere i nostri occhi e la nostra vista.

Prevenzione retinopatie e glaucoma: come funziona lo screening gratuito

Lo screening gratuito per le patologie della retina ed il glaucoma è rapido, indolore e sicuro e sarà svolto dai nostri operatori, supportati dagli amici di Zeiss, presso l’Ottica Adami di Milano.
Retinopatie e Glaucoma: prevenzione Neovision insieme a Zeiss!

Dove si svolge lo screening gratuito

 

CENTRO OTTICO ADAMI

via Censio, 36 (angolo Piazza Diocleziano) -20154 Milano

TI ASPETTIAMO!! ;)