Articoli

Patologie oculari: diagnosi con oftalmoscopio per smartphone?

oftalmoscopio - Neovision Cliniche Oculistiche

Scienza, medicina e tecnologia d’avanguardia si fondono e cooperano per dar vita a soluzioni diagnostiche sempre più intelligenti ed efficaci. E mentre le start up hi-tech si moltiplicano, tante soluzioni mobili e tascabili per la diagnosi ed il monitoraggio di una vasta gamma di patologie nascono e diventano una realtà tangibile per moltissimi pazienti. Oggi vogliamo soffermarci sull’invenzione di un oftalmoscopio in versione digitale e tascabile, che forse potrebbe diventare, un domani, un oggetto di uso comune. Vediamo di che si tratta.

Cos’è l’oftalmoscopio

L’esame del fondo oculare, fondamentale per la diagnosi di molte patologie, non può prescindere dall’uso dell’oftalmoscopio. Si tratta di uno strumento molto sofisticato e ad altissima precisione – Inventato sul finire dell’Ottocento da un medico tedesco – che funziona grazie ad un complesso sistema di lenti. Attraverso l’oftalmoscopio, l’oculista può osservare nel dettaglio ed in profondità il fondo oculare. Di conseguenza, l’oftalmoscopio contribuisce alla diagnosi di diverse importanti e non infrequenti patologie oculari, come la maculopatia diabetica, il glaucoma, ed anche la cataratta.

Oftalmoscopio digitale per smartphone? Forse sì!

A più di un secolo di distanza dall’invenzione dell’oftalmoscopio, è approdato recentemente sul mercato un nuovo oftalmoscopio digitale per smartphone (al momento disponibile solo per iPhone). Insomma, se un domani il vostro oculista dovesse avvicinare il suo smartphone al vostro viso, potrebbe non essere per scattarvi un’istantanea, ma per effettuare un esame della vostro fondo oculare e per osservare retina, vitreo, nervo ottico. Il software in questione consta di una piccola telecamera che si aggancia al retro del cellulare, e che consentirebbe di trasformare quest’ultimo in un oftalmoscopio digitale di ultima generazione, pratico da trasportare per eventuali visite a domicilio, e del tutto “innocuo” agli occhi di un paziente pediatrico. Ad oggi l’oftalmoscopio nella variante digitale non è ancora uno strumento di uso così comune. E non solo. Vale la pena di osservare, che le migliori strumentazioni al mondo danno il meglio di loro stesse solo se nelle mani di oculisti di grande esperienza e perizia.

Hai bisogno di una visita oculistica specialistica accurata e completa?

Siamo qui per te. Chiamaci dal lunedi al venerdi dalle 9.00 alle 19.00 allo 02 30317600.

 

Settimana mondiale del Glaucoma: Neovision aderisce alla campagna di IAPB, SOI e SIGLA

 

Settimana Mondiale del Glaucoma - Neovision Cliniche Oculistiche

In occasione della Settimana Mondiale del Glaucoma, IAPB Italia Onlus, SOI – Società Oftalmologica Italiana e SIGLA Società Italiana Glaucoma lanciano una campagna di sensibilizzazione alla prevenzione del glaucoma ed invitano gli oltre 7000 medici oculisti italiani ad offrire visite gratuite a chi non si è mai sottoposto ad un controllo oculistico specialistico nel corso della propria vita. Neovision accoglie nuovamente con entusiasmo l’invito ed offre 15 (+15!) visite oculistiche gratuite

Il glaucoma: cos’è

Il glaucoma è una patologia oculare che può insorgere a tutte le età, ma è più frequente dopo i 40 anni. Questa malattia danneggia il nervo ottico ed è dovuta ad una eccessiva pressione all’interno dell’occhio. Uno dei primi sintomi del glaucoma è la riduzione del campo visivo, ma l’unico modo per scoprire se si soffre di glaucoma è sottoporsi a un’accurata visita oculistica. Se non viene diagnosticato per il tempo, il glaucoma può causare cecità.

Neovision aderisce alla campagna

Dal 10 marzo ad oggi, Neovision ha già effettuato 15 visite gratuite presso le proprie cliniche di Viale Restelli 1, Corso Vercelli 40 e Via Procaccini 1 a Milano. Ora, ha deciso di rilanciare con un ulteriore pacchetto di 15 visite offerte alla popolazione fino a sabato 23 marzo, arrivando così a 30 visite totali. 

PRIMA, un accurato e meticoloso controllo della salute degli occhi

Le visite oculistiche specialistiche che Neovision metterà a disposizione gratuitamente (fino ad esaurimento delle disponibilità) rispondono al nome di PRIMA. PRIMA è una visita oculistica accurata ed approfondita. Si tratta di un vero e proprio check-up completo, durante il quale lo specialista valuta lo stato di salute complessivo dell’apparato visivo, con riferimento anche agli eventuali difetti visivi o patologie oculari.

Un vero e proprio “percorso” diagnostico ed informativo

La salute degli occhi e la capacità visiva vengono valutati, nel corso della nostra visita oculistica specialistica PRIMA, attraverso una serie di esami accurati: OPD Scan, autorefrattometria, autocheratometria, topografia corneale, pupillometria, cristallino in retroilluminazione, potere accomodativo, tonometria, pachimetria centrale, refrazione, visione binoculare, test lacrimali, biomicroscopia, retinografia ed esame del fondo oculare. Un vero e proprio percorso, accurato ed approfondito, per valutare lo stato di salute degli occhi e , la capacità visiva, ma soprattutto ed anche, in questo contesto, per informare circa le caratteristiche intrinseche dell’incredibile dono della vista e l’importanza di averne cura. Una grande opportunità di controllo ma anche di informazione, che Neovision ha piacere oggi di offrire in forma gratuita, fino ad esaurimento dei posti disponibili.

Come prenotare

Aderisci anche tu alla campagna “salva vista”: se non ti sei mai sottoposto ad una visita oculistica specialistica, prenota gratuitamente la tua visita PRIMA chiamando lo 02 3031 7600 dal lunedi al venerdi dalle 9.00 alle 19.00.

Cataratta giovanile, alcune domande frequenti

Il fenomeno dell’opacizzazione del cristallino, ovvero la cosiddetta cataratta, compare solitamente in età matura, e viene per questo associato all’invecchiamento. Eppure la cataratta può presentarsi anche in età giovanile. Perché? Con quali sintomi? È curabile? Cerchiamo di fare chiarezza sull’argomento, rispondendo ad alcune domande frequenti. 

Cos’è la cataratta giovanile? È uguale alla cataratta tipica dell’età matura?

La cataratta è una patologia che non colpisce esclusivamente i soggetti in età avanzata ma, al contrario, può manifestarsi anche in età giovanile. I sintomi sono esattamente gli stessi:

  • visione sempre più difficoltosa;
  • contorni meno precisi e definiti;
  • perdita di nitidezza nella percezione dei colori.

Un “quadro” generale che può portare il paziente, anche se giovane appunto, a sentirsi improvvisamente “invecchiato”, a veder minata la propria autostima e ad andare incontro ad un umore frequentemente depresso e poco propenso all’ottimismo.

Quali sono le cause della cataratta giovanile?

Se la cataratta che caratterizza tipicamente l’età matura è da imputarsi ad un generale processo di invecchiamento cellulare, diverso è il discorso per la cataratta giovanile.

In questo caso, la cataratta può fare la sua comparsa intorno ai 40 anni, e le cause possono essere diverse:

  • un trauma o un incidente;
  • una malattia sistemica, come per esempio il diabete;
  • un’altra patologia oculare già presente, come una uveite oppure il glaucoma;
  • l’esposizione eccessiva a raggi ultravioletti o infrarossi;
  • una dermatite atopica (che ricordiamo può causare anche il cheratocono);
  • una miopia particolarmente forte;
  • l’assunzione di dosi particolarmente alte di farmaci cortisonici, protratta a lungo nel tempo

Come si può prevenire l’insorgenza della cataratta giovanile?

Un consiglio di indole generale, che vale un pò per tutte le patologie sia oculari che non oculari, è quello di amare se stessi ed aver cura del proprio organismo. Avere uno stile di vita equilibrato, poco dedito agli eccessi (alcol, fumo) e anzi alimentarsi in modo corretto introducendo nella propria dieta quotidiana frutta e verdura di stagione e molta acqua, sicuramente è un’ottima strategia per stare alla larga da diverse patologie. E’ anche importante trascorrere molto tempo all’aria aperta e praticare un pò di movimento.

Come si diagnostica la cataratta giovanile?

La cataratta giovanile si diagnostica attraverso una visita oculistica specialistica accurata, che includa una serie di test visivi orientati alla valutazione dello stato di salute degli occhi con particolare riferimento al cristallino. Non dimentichiamo che l’oculista è uno specialista dal quale bisognerebbe recarsi con una certa frequenza nell’arco della propria vita, così da evitare il peggioramento di alcune patologie oculari più agevolmente risolvibili se diagnosticate per tempo. La cataratta è una di queste, ma ve ne sono anche molte altre, come il glaucoma o il cheratocono.

Come si cura la cataratta giovanile?

La cataratta giovanile si cura con un intervento che consente di sostituire il cristallino opacizzato con uno del tutto nuovo, perfettamente trasparente e ben tollerato. L’intervento si effettua una volta sola perché i moderni cristallini artificiali non necessitano di essere sostituiti nell’arco della vita del paziente.

Inoltre, nel caso di una cataratta giovanile associata ad una miopia forte, l’intervento di sostituzione del cristallino consente di ovviare a più problemi contemporaneamente, ottenendo una correzione chirurgica della miopia coerente con l’entità del difetto del paziente. Se si considera che intorno ai 40 anni, quando la cataratta giovanile fa generalmente la sua comparsa, la miopia ha ormai raggiunto una sua stabilità e difficilmente tende a peggiorare, si comprenderà che l’intervento ha un duplice effetto positivo sulla qualità di vita del paziente.

In cosa consiste l’intervento per curare la cataratta giovanile?

L’intervento prende il nome di facoemulsificazione, ma lo sentirete nominare anche con il nome di femto-cataratta. Uno speciale strumento ad ultrasuoni consente di frantumare il cristallino opacizzato, che viene aspirato dalla sua capsula e sostituito con uno perfettamente nuovo che può anche avere un potere diottrico mirato per le esigenze del paziente. L’intervento viene oggi eseguito nei centri d’eccellenza senza l’ausilio di lame o bisturi, grazie al laser a femtosecondi, non richiede punti di sutura né bendaggi ed è totalmente indolore. Si esegue in regime ambulatoriale previa somministrazione topica di un collirio ad effetto anestetico.

Vuoi saperne di più?

Vuoi conoscere più da vicino l’intervento di facoemulsificazione e sapere come viene eseguito nei centri d’eccellenza? Chiamaci dal lunedi al venerdi allo 02 6361191.

Glaucoma, cataratta e retinopatia: ecco come vede chi ne soffre

Ti sei mai chiesto come veda il mondo una persona affetta da una patologia oculare come glaucoma, cataratta e retinopatia? Chiederselo forse è facile, immaginarlo un pò meno. Spesso si tende ingenuamente a pensare che con un buon paio di occhiali si possa vedere meglio in qualunque caso, ma non è così: vi sono alcune condizioni patologiche che, se non opportunamente trattate, possono condurre a stati di ipovisione anche piuttosto gravi. Ogni patologia, peraltro, porta con sé caratteristiche differenti, pertanto il paziente può sperimentare una difficoltà visiva a livello centrale, periferico oppure avere difficoltà in condizioni di poca luce, o ancora non riuscire più a percepire i colori in tutta la loro nitidezza. Oggi, per fortuna, la “chirurgia della luce”, ovvero la possibilità di eseguire veri e propri interventi di chirurgia oftalmica senza l’uso di bisturi e con il solo ausilio del laser, viene incontro ai pazienti affetti da queste patologie oculari con soluzioni capaci di migliorarne lo stato di salute visiva ed in taluni casi anche di risolverle radicalmente.

Un simulatore riesce a replicare le condizioni visive di chi soffre di una patologia oculare

L’organizzazione no profit See Now ha progettato un simulatore virtuale che consente a chiunque di vedere il mondo proprio come lo vede un paziente affetto da glaucoma, cataratta o retinopatia.  Il simulatore è collegato con Google Maps, pertanto è sufficiente inserire un indirizzo per visualizzare il mondo con gli occhi del paziente affetto dall’una o l’altra patologia, a seconda di quale si selezioni.

A questo punto, nel caso si selezioni il glaucoma, si avrà una visione poco nitida sia a livello periferico che, nei casi più gravi, a livello centrale. Nel caso si selezioni la retinopatia, invece, oltre ad una visione offuscata, sarà possibile anche vedere corpi mobili o macchie scure situate nel campo visivo. Nel caso della cataratta, invece, si avrà una visione poco nitida dei colori, oltre ad una condizione generale di visione offuscata e poco definita.

Chirurgia della luce: ad ogni patologia le sue soluzioni

Le tre patologie oculari sopra citate portano, come detto, a condizioni di ipovisione talvolta importanti, soprattutto se vengono trascurate. Al contrario, chi sceglie di fare prevenzione e di affidarsi alle cure di un buon medico oculista, potrà affrontare e perché no anche risolvere queste patologie al meglio delle proprie possibilità, traendo vantaggio dagli ultimi progressi della scienza medica e della tecnologia ad essa applicata. Delle tre patologie citate – retinopatia, glaucoma e cataratta – proprio quest’ultima è risolvibile radicalmente con un intervento chiamato di facoemulsificazione. La chirurgia della luce trova applicazione nel trattamento della cataratta offrendo al paziente la possibilità non solo di risolvere il problema dell’opacizzazione del cristallino ma anche, grazie all’avvento delle lenti premium di ultima generazione, di ovviare ad uno o più difetti visivi preesistenti. Anche le retinopatie ed il glaucoma possono trovare soluzione grazie alla chirurgia della luce, ovvero innovativi interventi chirurgici eseguiti solamente con l’ausilio del laser, anche se questa non è l’unica strada percorribile, ma ve ne sono altre, di tipo medico e farmacologico, che andranno naturalmente valutate di caso in caso.

LUCE E COLORI, la visita oculistica specialistica per la cataratta

Neovision ha messo a punto due percorsi diagnostici approfonditi ed accurati pensati per chi soffre o pensa di soffrire di cataratta, glaucoma e retinopatie. La visita oculistica specialistica pensata appositamente per verificare in modo approfondito lo stato di salute dell’apparato visivo con particolare riferimento al cristallino ed alla cataratta prende il nome di LUCE E COLORI, mentre IN SALUTE è la visita oculistica specialistica per chi soffre di glaucoma, retinopatie e maculopatie. Per prenotare, chiama dal lunedi al venerdi dalle 9.00 alle 19.00 allo 02 30317600.

Glaucoma: screening gratuito con Neovision e VisonOttica Argentina

Nonostante sia forse meno conosciuto rispetto ad altre patologie tipiche dell’età adulta come la cataratta, il glaucoma è la prima causa di cecità non reversibile al mondo. Ecco perché oggi Neovision ha il piacere di invitarti ad uno screening gratuito della pressione oculare. L’appuntamento è nei giorni 13 e 14 dicembre prossimi presso il punto vendita VisionOttica Argentina a Milano. A te tutti i dettagli. 

Il glaucoma, ovvero il ladro silenzioso della vista

Il glaucoma è una patologia che si sviluppa solitamente dopo i 40 anni di età: essa è causata da un anomalo accumulo di umor acqueo all’interno delle strutture oculari. Il ristagno di umor acqueo  innesca un aumento della pressione intraoculare, arrecando un danno irreversibile al nervo ottico, che fatica sempre di più a svolgere correttamente la sua funzione. Purtroppo, quando il calo di capacità visiva si rende manifesto, la malattia ha già raggiunto uno stadio piuttosto avanzato: non a caso, il glaucoma viene anche chiamato “il ladro silenzioso della vista”. E’ evidente, dunque, che la prevenzione rivesta un ruolo fondamentale.

Neovision e VisionOttica Argentina hanno un invito speciale per te

Neovision ha il piacere di invitarti presso VisionOttica Argentina nei giorni 13 e 14 Dicembre, per effettuare una misurazione gratuita della pressione oculare. In questa occasione potrai sottoporti ad una tonometria: una misurazione rapida ed indolore della pressione oculare, effettuata tramite un semplice soffio d’aria.

La tonometria è uno degli esami previsti nel percorso di diagnosi del glaucoma, tuttavia il suo risultato è solo il primo passo verso l’accertamento della patologia. Gli altri esami a completamento dello screening saranno offerti, sempre a titolo gratuito, presso una delle nostre cliniche Neovision a Milano.

 

Ti aspettiamo in VisionOttica Argentina
Piazza Argentina 4, Milano.
Il 13 e 14 Dicembre alle 10.00 alle 18.00.

Leonardo Da Vinci era strabico? Forse sì

Noto in tutto il mondo come uno dei più grandi geni di tutti i tempi, Leonardo Da Vinci non cessa di essere uno dei pilastri di molte discipline ancora oggi oggetto di studio da parte di studiosi e scienziati di tutto il mondo. Una mente sorprendentemente vivace ed eclettica, che ha saputo lasciare il segno non solo nella storia dell’arte, ma anche nella geologia, nell’astrologia, nella fisica, nell’anatomia. Oggi una ricerca scientifica basata sull’analisi di alcuni suoi dipinti riporta alla ribalta la figura di Leonardo Da Vinci, ipotizzando che forse egli potesse essere strabico. 

La ricerca in questione è stata pubblicata nei giorni scorsi su Jama Ohptalmology da parte del professor Christopher Tyler, esperto in neuroscienze visive, già docente sia presso l’Università City of London sia presso l’istituto Smith Kettlewell Eye Research di San Francisco. Lo studioso ha preso in analisi sei ritratti ed autoritratti – due dipinti ad olio, due disegni e due sculture – osservando in ciascuno la posizione degli occhi dei protagonisti. In seguito a misurazioni ben precise e ad analisi approfondite, Tyler ha concluso che probabilmente Leonardo Da Vinci deve aver sofferto di strabismo, con una deviazione dell’occhio sinistro di -10.3°. Secondo lo studio, ad ogni modo, e vista la straordinaria perfezione di molte opere, nonché la notevole capacità di descrivere e ritrarre il reale in modo ineccepibile da parte di Leonardo Da Vinci, si suppone che egli soffrisse di esotropia intermittente. Se la teoria fosse confermata, Da Vinci non sarebbe il primo né l’ultimo artista ad aver lasciato il segno nella storia dell’arte internazionale nonostante una difficoltà visiva. Soffrivano di strabismo, infatti, anche Durer, Barbieri e Il Guercino.

Fonte: Jama Ophtalmology

Che cos’è l’esotropia intermittente?

Per esotropia intermittente si intende un disturbo oculare non permanente, ma occasionale. A volte un occhio non riesce a mantenere il suo consueto e corretto allineamento e dunque devia verso l’interno. L’esotropia è un fenomeno talvolta osservabile nei bambini. Non dimentichiamo che la prevenzione oculare passa attraverso una serie di tappe imprescindibili, tra le quali figurano anche delle visite specialistiche da programmare durante l’infanzia. Il consiglio è quello di non aspettare di notare nel bambino un disturbo oculare per prenotare un check up della vista e dell’apparato visivo. Se l’esotropia (così come l’exotropia), infatti, è un disturbo che anche un occhio meno esperto come quello di un genitore può rilevare facilmente, vi sono diverse patologie che non sono diagnosticabili in alcun modo senza l’aiuto di uno specialista. Lo stesso discorso vale per l’ambliopia, nota anche come occhio pigro, un disturbo piuttosto comune in età pediatrica.

FOR KIDS è la visita oculistica specialistica pediatrica firmata Neovision

La visita oculistica specialistica pediatrica FOR KIDS è particolarmente approfondita ed accurata ed include diversi esami mirati a valutare lo stato di salute degli occhi e della vista dei più piccoli. Per prenotare chiama dal lunedi al venerdi allo 02 30317600.

 

 

Glaucoma: screening gratuito con Neovision e VisonOttica Astarita

Chiamato anche “il ladro silenzioso della vista”, il glaucoma è una patologia particolarmente insidiosa perché spesso diagnosticata quando si trova in una fase già piuttosto avanzata e quando i suoi sintomi si fanno evidenti. Insomma, nel caso del glaucoma, la parola d’ordine è più che mai prevenzione. Ecco perché Neovision ha il piacere di invitarti ad uno screening gratuito della pressione oculare presso il punto vendita VisionOttica Astarita a Novate Milanese (MI).

Il glaucoma, noto anche come “il ladro silenzioso della vista”

Il glaucoma è una patologia tipica dell’età matura. Ma a differenza di altre patologie, per le quali vi è una soluzione tangibile, (ci riferiamo, per fare un esempio, alla cataratta), il glaucoma è molto più insidioso. Esso infatti si manifesta in modo conclamato quando è già in fase piuttosto avanzata e dunque quando ha già danneggiato in modo permanente ed irreversibile le strutture oculari, nello specifico la retina ed il nervo ottico. Per questo motivo, e perché il glaucoma è la prima causa di cecità irreversibile a livello mondiale, Neovision scende oggi in campo e ti propone un’interessante occasione di informazione e di prevenzione.

Neovision e VisionOttica Astarita hanno un invito speciale per te

Neovision ha il piacere di invitarti presso VisionOttica Astarita nei giorni 29, 30 Novembre e 1 Dicembre per effettuare una misura gratuita della pressione oculare. In questa occasione potrai sottoporti ad una tonometria: una misurazione rapida ed indolore della pressione oculare, effettuata tramite un semplice soffio d’aria. Si tratta di un esame molto utile, dal momento che il glaucoma è causato precisamente da una pressione intraoculare troppo alta e da un accumulo anomalo di umor acqueo all’interno delle strutture oculari.

La tonometria è uno degli esami previsti nel percorso di diagnosi del glaucoma, tuttavia il suo risultato è solo il primo passo verso l’accertamento della patologia. Gli altri esami a completamento dello screening saranno offerti, sempre a titolo gratuito, presso una delle nostre cliniche Neovision a Milano.

Ti aspettiamo in VisionOttica Astarita
Presso il Centro Commerciale Metropoli
in Via Amoretti, 1 a Novate Milanese (MI)
Il 29 e 30 novembre e l’1 dicembre alle 10.00 alle 18.30.

Glaucoma: screening gratuito con Neovision e VisonOttica De Angeli

Il glaucoma è tra le patologie oculari più insidiose che si possono manifestare in età adulta. Ecco perché Neovision ha il piacere di invitarti ad uno screening gratuito della pressione oculare presso il punto vendita VisionOttica De Angeli a Milano. Di seguito i dettagli.

Il glaucoma, ovvero il ladro silenzioso della vista

Il glaucoma è la prima causa di cecità irreversibile a livello mondiale. Si tratta di una patologia che si sviluppa generalmente dopo i 40 anni di età, caratterizzata da un aumento di pressione dovuto ad un anomalo accumulo di umor acqueo all’interno delle strutture oculari. La pressione eccessiva arreca un danno al nervo ottico, che dunque fatica sempre di più a svolgere correttamente la sua funzione. Sfortunatamente, quando il paziente si accorge di avere un calo della capacità visiva, la malattia è già ad uno stadio piuttosto avanzato: ecco spiegato perché il glaucoma viene anche chiamato “il ladro silenzioso della vista”, e perché la prevenzione ha un ruolo importantissimo.

Neovision e VisionOttica De Angeli hanno un invito speciale per te

Neovision ha il piacere di invitarti presso VisionOttica De Angeli nei giorni 22, 23 e 24 Novembre per effettuare una misura gratuita della pressione oculare. In questa occasione potrai sottoporti ad una tonometria: una misurazione rapida ed indolore della pressione oculare, effettuata tramite un semplice soffio d’aria.

La tonometria è uno degli esami previsti nel percorso di diagnosi del glaucoma, tuttavia il suo risultato è solo il primo passo verso l’accertamento della patologia. Gli altri esami a completamento dello screening saranno offerti, sempre a titolo gratuito, presso una delle nostre cliniche Neovision a Milano.

 

Ti aspettiamo in VisionOttica De Angeli
Piazza Ernesto De Angeli 1, Milano.
Il 22, 23 e 24 novembre alle 10.00 alle 18.00.

Glaucoma e polveri sottili: esiste un legame?

Sono stati pubblicati recentemente su Jama Ophtalmology Online i risultati di uno studio condotto dalla Harvard Medical School of Boston, volto ad identificare il legame tra polveri sottili e glaucoma. La connessione tra la patologia e gli agenti inquinanti esiste, ma solamente in taluni casi specifici.

Cosa sono le polveri sottili

Le polveri sottili, note anche con il nome di particolato o di PM10, (ma anche PM2,5 o PM1, per esempio, dove la cifra numerica sta ad indicare la tipologia e le dimensioni del particolato), sono degli agglomerati di microscopiche particelle di agenti inquinanti che rimangono in sospensione nell’aria nelle zone maggiormente urbanizzate del mondo. Il particolato può avere effetti negativi sul nostro organismo, specie nei soggetti predisposti.  L’inalazione di particolato:

  • può avere conseguenze negative sull’apparato respiratorio, favorendo lo sviluppo di patologie come asma, bronchiti asmatiformi ed enfisema;
  • può favorire l’insorgenza di alcuni tipi di tumore (fonte: airc.it);
  • può innescare alcune spiacevoli sintomatologie oculari, come prurito, ammiccamento, bruciore, negli adulti e nei bambini (fonte: Pubmed.gov);
  • può causare alcune patologie dell’occhio, come la Sindrome dell’Occhio Secco.

I dettagli della ricerca sul legame tra polveri sottili e glaucoma

La ricerca ha visto il coinvolgimento di 419 anziani (già parte di un altro studio sui sintomi tipici dell’invecchiamento) ai quali, ogni 3-5 anni, veniva misurata la pressione intraoculare. Tutti i soggetti risiedevano nella zona metropolitana di Boston, in prossimità degli 83 siti di monitoraggio dei livelli di particolato. Gli studiosi hanno dunque messo in relazione i livelli di inquinamento atmosferico con quelli relativi alla pressione oculare, tenendo conto di altri fattori quali fumo di sigaretta, presenza di altre patologie come cardiopatie e ipertensione, stile di vita e, non ultime, le caratteristiche genetiche degli anziani coinvolti.

I risultati dello studio: esiste un legame tra polveri sottili e glaucoma?

La risposta che la scienza dà a questo quesito è no. Sembra non esistere, a livello generale, alcun legame di causa-effetto tra il tasso di agenti inquinanti presenti nell’aria e la possibilità di sviluppare il glaucoma. Tuttavia, in alcuni soggetti anziani di sesso maschile con determinate caratteristiche genetiche capaci di renderli più vulnerabili rispetto allo stress ossidativo, si è registrata una connessione tra l’aumento di polveri sottili e l’innalzamento della pressione intraoculare: una condizione che potrebbe predisporre allo sviluppo del glaucoma.

Fonte: Jama Network

Glaucoma: screening gratuito con Neovision presso VisionOttica Ripamonti

Effettuare controlli periodici dell’apparato visivo è importante per diagnosticare in tempo alcune tra le patologie più comuni e tuttavia più insidiose tipiche dell’età adulta, come la cataratta, le maculopatie e il glaucoma: a tal proposito, Neovision ha il piacere di invitarti ad uno screening gratuito della pressione oculare presso il punto vendita VisionOttica Ripamonti di Milano. Ecco i dettagli. 

Il glaucoma, ovvero il ladro silenzioso della vista

Il glaucoma è la prima causa al mondo di cecità irreversibile. Si tratta di una patologia che coinvolge e danneggia il nervo ottico, quella delicatissima parte dell’occhio deputata al trasferimento dell’informazione luminosa al cervello. La causa di questo danno è un aumento di pressione causato da un accumulo di umor acqueo all’interno delle strutture oculari. Purtroppo, quando il paziente si accorge di avere un calo della capacità visiva, spesso la malattia è già ad uno stadio piuttosto avanzato: ecco perché il glaucoma viene anche chiamato “il ladro silenzioso della vista”.

Neovision e VisionOttica Ripamonti hanno un invito speciale per te

Neovision ha il piacere di invitarti presso VisionOttica Ripamonti nei giorni 10 e 11 Novembre, senza necessità di prenotazione, per effettuare una misura gratuita della pressione oculare. L’esame che avremo il piacere di offrirti si chiama tonometria: una misurazione veloce ed indolore della pressione oculare, effettuata tramite un semplice soffio d’aria.

La tonometria è uno degli esami previsti nel percorso di diagnosi del glaucoma, tuttavia il suo risultato è solo il primo passo verso l’accertamento della patologia. Gli altri esami a completamento dello screening saranno offerti, sempre a titolo gratuito, presso una delle nostre cliniche Neovision a Milano.

Ti aspettiamo in VisionOttica Ripamonti
Via Ripamonti 110, Milano

Sabato 10 Novembre: dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18;
Domenica 11 Novembre: dalle 10 alle 18.