femto-lasik per correzione miopia

Se vivi la tua miopia come un limite e sei stanco di indossare lenti od occhiali tutti i giorni, è naturale che tu cerchi una soluzione al tuo difetto visivo: una soluzione che ti permetta di sentirti “libero”, e che ti consenta di vivere la tua vita lavorativa, sociale, sportiva, affettiva senza il “limite” degli occhiali e delle lenti. La soluzione si chiama FemtoLASIK, ed è un intervento di chirurgia refrattiva per la correzione dei difetti refrattivi.

Una premessa importante

Se stai leggendo queste righe, è molto probabile che tu abbia già deciso di intraprendere un percorso di chirurgia refrattiva per la correzione del tuo difetto refrattivo. Soffermati a parlare il più a lungo possibile con il medico oculista riguardo le tue aspettative ed i tuoi dubbi. La decisione di affrontare l’intervento deve essere presa in piena consapevolezza dell’entità del proprio difetto refrattivo, dello stato di salute del proprio apparato visivo, e del tipo di risultato che si andrà ad ottenere con l’intervento.

FemtoLASIK per correzione della miopia: è la scelta giusta?

La miopia è un difetto refrattivo che porta a vedere male gli oggetti in lontananza. E’ dovuta ad un errore di messa a fuoco del nostro apparato visivo ed è correggibile con un intervento. Le metodiche che si possono utilizzare sono differenti: la scelta dipende direttamente dall’entità del difetto che si intende correggere.

Ad oggi, la tecnica maggiormente utilizzata per la correzione della miopia da lieve a media a livello internazionale è proprio la Femto-Lasik. Possiamo dunque affermare con certezza che sì, la Femto-Lasik è la scelta giusta per la correzione di un difetto refrattivo – in questo caso la miopia – da lieve a medio.

Intervento Femto-Lasik per la correzione della miopia

L’intervento Femto-Lasik prevede che si “acceda” alla cornea grazie ad un laser di ultima generazione, il laser a femtosecondi. E’ un laser che agisce in modo totalmente indolore, emettendo impulsi luminosi della durata di pochi millesimi di secondo, e che consente di ottenere un risultato di altissima precisione. Niente lame nè bisturi dunque, ma un laser in grado di incidere la cornea con assoluta precisione. La seconda parte della procedura viene eseguita con il laser ad eccimeri, che modifica la curvatura della cornea. Il laser ad eccimeri emette una luce ultravioletta, capace di lavorare sulla superficie della cornea per ablazione selettiva.

Nel complesso, il Femto-Lasik è un intervento veloce, indolore, che si esegue in regime ambulatoriale e che, non prevedendo né l’applicazione di bendaggi, né di punti di sutura ti consente di fare ritorno subito alle tue attività quotidiane.

Un invito per te

per chi è indicata la chirurgia refrattiva
Ti invitiamo ad un incontro libero della durata di un’ora, nel quale potrai liberamente confrontarti con un oculista specialista e con altre persone che, come te, stanno pensando di intraprendere il percorso di libertà da occhiali e lenti a contatto.

Scoprirai:

  • come scegliere il centro migliore o il medico giusto per te;
  • cosa è davvero utile sapere prima dell’intervento;
  • la più avanzata e sicura tecnica di correzione dei difetti visivi come miopia e astigmatismo.

Saremo lieti di rispondere a ogni tua domanda. Ti aspettiamo nei giorni 9 e 22 maggio, 6 e 20 giugno presso le nostre cliniche a Milano.

orari

Strumentazione diagnostica - Neovision Cliniche Oculistiche

Esami di idoneità per l’operazione laser agli occhi: in Neovision la visita di idoneità all’intervento laser per la correzione dei difetti visivi come miopia, astigmatismo, ipermetropia e presbiopia sono molto approfondite.

In particolare di seguito l’elenco degli esami di idoneità all’operazione laser che effettuiamo in clinica:

  • TOMOGRAFIA SCHEIMPFLUG: analisi della parte anteriore dell’occhio in tre dimensioni
  • ABERROMETRIA: valutazione della qualità ottica dell’occhio
  • BIOMETRIA OTTICA: misura delle dimensioni del bulbo oculare
  • CONTA ENDOTELIALE: analisi qualitativa e quantitativa delle cellule corneali
  • OCT DEL SEGMENTO ANTERIORE: super microscopia della cornea
  • OCT DEL SEGMENTO POSTERIORE: super microscopia della retina
  • OPD: scansione computerizzata a 360° dell’occhio
  • AUTOREFRATTOMETRIA: esame computerizzato del difetto visivo
  • AUTOCHERATOMETRIA: misura oggettiva della curvatura della cornea
  • TOPOGRAFIA CORNEALE: analisi della forma della cornea
  • PUPILLOMETRIA: misura della grandezza della pupilla al variare della luce
  • CRISTALLINO IN RETROILLUMINAZIONE: valutazione della trasparenza del cristallino
  • TONOMETRIA: misura della pressione dell’occhio
  • PACHIMETRIA CENTRALE: misura dello spessore della cornea
  • RIFRAZIONE: esame della vista
  • VISIONE BINOCULARE: valutazione della capacità di utilizzare gli occhi simultaneamente (visione 3D)
  • TEST LACRIMALI: analisi qualitativa e quantitativa della lacrimazione
  • BIOMICROSCOPIA: esame dell’occhio al microscopio
  • RETINOGRAFIA: fotografia del fondo dell’occhio
  • ESAME DEL FONDO OCULARE: esame della retina

Intervento laser occhiFemtoLasik

Se hai maturato l’idea di sottoporti all’intervento di chirurgia refrattiva per la correzione della miopia, è tempo di affrontare una visita oculistica specialistica molto completa ed accurata. L’obiettivo, sarà quello di valutare con precisione lo stato di salute del tuo apparato visivo ed eventualmente confermare la tua idoneità all’intervento. In Neovision ti proponiamo FREEDOM, una visita specialistica pensata proprio per questo scopo: FREEDOM sarà infatti il primo passo che farai per dire addio agli occhiali.

FREEDOM: la visita oculistica specialistica che contiene tutti gli esami di idoneità per l’operazione laser agli occhi.

FREEDOM è la visita oculistica per miopia, astigmatismo, presbiopia ed ipermetropia in grado di valutare l’intero stato di salute dei tuoi occhi e l’idoneità all’intervento per la correzione definitiva dei difetti visivi.

In particolare, di seguito illustrati nel dettaglio alcuni dei più specifici esami di idoneità all’intervento laser occhi

  • Pachimetria: la pachimetria è la misurazione dello spessore della cornea. Poiché l’intervento di correzione del difetto refrattivo comporta una modifica della curvatura della cornea tramite un laser ad eccimeri che lavora per ablazione, è evidente che, se la cornea è troppo sottile, l’intervento diviene difficoltoso o addirittura impossibile perché il medico non avrà sufficiente “spazio di manovra” per eseguire perfettamente l’intervento.
  • Topografia corneale: la topografia corneale è un esame che consente di “mappare” con precisione la cornea, così da vedere se ci sono irregolarità che possono rappresentare una controindicazione all’intervento. Per effettuare l’intervento di correzione del difetto refrattivo, è auspicabile avere una cornea il più omogenea possibile.
  • Pupillometria: la pupillometria è la misurazione del diametro della pupilla. Se la pupilla è molto ampia e il difetto refrattivo è molto forte, l’intervento potrebbe essere non praticabile.
  • Aberrometria: l’aberrometria è un esame che consente di identificare eventuali anomalie della cornea ma anche dell’occhio più in generale. Esaminando nel dettaglio le caratteristiche dell’occhio del paziente, è possibile programmare un intervento di correzione del difetto refrattivo il più personalizzato e mirato possibile.

Vuoi prenotare una visita o informazioni sui nostri interventi?

Chiamaci allo 02 3031 7600 dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 19.00. Se preferisci, compila il modulo sottostante e premi INVIA, ti risponderemo al più resto!

Finanziamento al 100% - Neovision Cliniche Oculistiche

cataratta-neovision-boccaccio

Neovision e Farmacia Boccaccio ti invitano ad un appuntamento importante. La cataratta, infatti, è una delle patologie dell’età avanzata più diffuse al mondo. Si tratta di una progressiva ed irreversibile opacizzazione del cristallino, che porta ad un grave peggioramento della qualità della visione. Valutare lo stato di salute degli occhi e nello specifico del cristallino, è fondamentale per poter effettuare una diagnosi corretta di cataratta, e per capire se procedere o meno all’intervento. Oggi abbiamo il piacere di invitarti ad un appuntamento speciale. Scopri insieme a noi dove e quando.

Neovision e Farmacia Boccaccio hanno un invito speciale per te

Se fino ad alcuni decenni fa la cataratta era vissuta come un problema insormontabile, oggi invece le soluzioni ci sono. L’intervento per la rimozione della cataratta, infatti, è uno dei più sicuri e praticati al mondo. Se hai più di 60 anni e ti sembra di non vedere più come un tempo, oppure vorresti parlare con uno specialista per toglierti ogni dubbio in merito alla qualità della tua visione, approfitta del nostro invito:

Neovision e Farmacia Boccaccio: quattro date per un’occasione da non perdere

Ti invitiamo alla farmacia Boccaccio di Milano dove, nei giorni 10, 11, 14 e 15 maggio, potrai effettuare uno screening gratuito per valutare la qualità della tua visione e, grazie all’esame per la trasparenza del cristallino, determinare la presenza o meno di cataratta.

Inoltre:

il 15 maggio 2018 alle ore 18 potrai confrontarti con un esperto del team Neovision, al quale potrai rivolgere le tue domande sul tema.

Ti aspettiamo presso la Farmacia Boccaccio, in Via Giovanni Boccaccio 26 a Milano.

 

invito neovision in farmacia boccaccio

 

Vuoi prenotare una visita o informazioni sui nostri interventi?

Chiamaci allo 02 3031 7600 dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 19.00. Se preferisci, compila il modulo sottostante e premi INVIA, ti risponderemo al più resto!

Finanziamento al 100% - Neovision Cliniche Oculistiche

FemtoLasik: recupero vista veloce

Femtolasik: recupero vista immediato? La risposta è si! Se stai leggendo questo articolo, probabilmente è perché hai tutta l’intenzione di sbarazzarti una volta per tutte del tuo difetto refrattivo, e con esso degli occhiali. In particolare un elemento tra gli altri è di primo piano quando parliamo di femtolasik: il recupero della vista pressoché immediato! E’ ora dunque di entrare nel merito del tipo di intervento che oggi si effettua per la correzione dei difetti refrattivi di lieve e media entità: il FemtoLasik. Vediamo nel dettaglio di che si tratta e soprattutto perché, ad oggi, è da considerarsi una scelta ottimale rispetto ad altre. 

FemtoLasik: correzione dei difetti refrattivi

Se è già da un po’ che mediti di sottoporti all’intervento per la correzione dei difetti refrattivi, sicuramente sarai già informato sull’argomento, ed avrai già sentito parlare dell’intervento FemtoLasik. Avrai compreso che si tratta di un intervento che viene effettuato solamente sulla cornea, e che si avvale dell’uso di due strumenti, un laser ad impulsi, detto femtolaser, ed un laser ad eccimeri. Il laser ad impulsi agisce come se fosse un bisturi, ma in assenza di lame. Il laser ad eccimeri, invece, effettua l’intervento vero e proprio.

FemtoLasik: una tecnica che ha reso obsolete tutte quelle precedenti

L’intervento Femto-Lasik, che prevede la correzione dei difetti visivi tramite tecnica Lasik con l’ausilio del laser a femtosecondi, ha reso obsolete tutte le precedenti. Ci riferiamo all’intervento eseguito totalmente con l’uso del laser ad eccimeri (senza procedura Lasik, ma solo con ablazione della cornea), e dell’intervento eseguito con tecnica Lasik in abbinamento ad uno strumento chiamato microcheratomo (laddove oggi viene usato il più moderno laser a femtosecondi).

Informandosi anche sommariamente sulle differenti tecniche, è evidente che l’intervento da preferire sia quello di ultima generazione, ovvero il FemtoLasik. Un intervento che presenta una lunga lista di vantaggi, e che per questo motivo è preferibile a quelli che l’hanno preceduto.

FemtoLasik: recupero vista immediato

Se il difetto refrattivo che intendi correggere è medio o lieve, l’intervento Femto-Lasik è la strada da intraprendere.Prima di tutto perché il recupero visivo dopo l’intervento femtolasik è immediato: già da un paio d’ore dopo l’intervento il paziente inizia a vedere senza occhiali, ma per altre ottime ragioni. L’operazione con l’utilizzo del femtolaser, infatti:

  1. Non prevede l’uso di lame o bisturi, nè vengono messi punti di sutura, dunque è indolore
  2. E’ veloce e viene praticato in regime ambulatoriale (subito dopo è possibile alzarsi ed andare a casa) in una situazione di comfort per il paziente (no stress)
  3. La tecnologia coinvolta è di ultima generazione e sicura al 100% (con l’innovativo dispositivo eye-tracker, il laser segue gli eventuali movimenti dell’occhio del paziente durante l’intervento)
  4. Come abbiamo già sottolineato, il recupero visivo nel post intervento è molto rapido (l’indomani puoi andare al lavoro) e stabile nel tempo.
  5. Ti consente di liberarti degli occhiali in modo sicuro, rapido, indolore e di acquisire maggior sicurezza nei rapporti sociali e di sentirti meglio da un punto di vista psicologico

Femto-Lasik: una scelta, tanti vantaggi

Insomma, scegliendo di correggere i difetti refrattivi con il Femto-Lasik, sceglierai di sottoporti ad un intervento all’avanguardia, senza dover soffrire alcun tipo di stress fisico e psicologico e regalandoti tutto il piacere di poter dire addio agli occhiali da vista.

 

Vuoi prenotare una visita o informazioni sui nostri interventi?

Chiamaci allo 02 3031 7600 dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 19.00. Se preferisci, compila il modulo sottostante e premi INVIA, ti risponderemo al più resto!

Finanziamento al 100% - Neovision Cliniche Oculistiche

Trapianto di cornea cosa c'è da sapere

Abbiamo recentemente parlato del cheratocono, una patologia della cornea che conduce ad una progressiva deformazione di questa delicatissima parte del nostro apparato visivo. La cornea si deforma, dunque, e perde spessore, portando il paziente ad una progressiva perdita di capacità visiva. Se nei casi più lievi, il cheratocono si può correggere con interventi di indole poco invasiva, nei casi più avanzati l’unica soluzione è invece il trapianto di cornea. Vediamo di approfondire proprio gli aspetti correlati a questa evenienza.  

Trapianto di cornea: ad ognuno il suo

Se non avete mai sentito parlare di trapianto di cornea, sicuramente questo titolo vi lascerà perplessi. Eppure, conviene sapere che esistono diverse tipologie di trapianto di cornea. Come detto sopra, il cheratocono è una di quelle patologie che può condurre, se giunta ad uno stadio particolarmente evoluto, a dover ricorrere al trapianto di cornea.  Esistono, ad oggi, due tipologie di trapianto di cornea, che prendono il nome di cheratoplastica lamellare e cheratoplastica perforante. Entrambe possono rappresentare una valida soluzione al cheratocono: la scelta dipenderà dallo stadio evolutivo della malattia. Si ricorre al trapianto di cornea anche a seguito di un trauma particolarmente importante, o per esempio in presenza di ulcere della cornea.

Cheratoplastica lamellare

Una delle due “varianti” in fatto di trapianto di cornea si chiama, come già anticipato, cheratoplastica lamellare. Il nome “lamellare” deriva dal fatto che la cornea è composta da una sovrapposizione di strati di fibre di collagene. Volendo fare un esempio, la cornea potrebbe essere paragonata ad una cipolla, i cui strati, che potremmo definire lamelle, sono sovrapposti ma perfettamente separabili l’uno dall’altro. Se il cheratocono ha danneggiato e deformato solamente alcuni strati del tessuto corneale, può essere sufficiente eseguire una cheratoplastica lamellare. Si andranno dunque a sostituire solamente gli strati (lamelle) colpiti dalla patologia senza andare a toccare la parte sana della cornea. L’intervento di cheratoplastica lamellare insomma, vuole essere un intervento il  più conservativo possibile, perchè evita di andare a toccare parte del tessuto corneale ove non sia strettamente necessario.

Cheratoplastica perforante

Nel caso in cui il cheratocono abbia deformato l’intero tessuto corneale, si rende necessario intervenire con una sostituzione totale della cornea. Si parla, allora, di cheratoplastica perforante. E’ un intervento dalla portata maggiore del precedente, ma consente di recuperare la capacità visiva messa precedentemente in discussione dal cheratocono, che deformando la cornea ne comprometteva spessore e trasparenza.

Vuoi saperne di più oppure vuoi prenotare una visita?

Siamo a tua disposizione: chiamaci subito allo 02 3031 7600 dal lunedi al venerdi.

femtosecondi o microcheratomo?

Se stai pensando di sottoporti all’intervento laser per la correzione di uno o più difetti refrattivi, sicuramente avrai sentito parlare di microcheratomo, femtosecondi, Lasik e altro. Sono sicuramente termini che, in quanto “non addetto ai lavori”, ti giungono nuovi. Proviamo a fare chiarezza insieme, cosicchè tu possa scegliere l’intervento che ritieni più adatto alle tue esigenze e comprendere nel dettaglio in cosa esso consiste. 

Partiamo dall’inizio: l’intervento Lasik

La tecnica con la quale oggi si effettua la correzione dei difetti refrattivi si chiama Lasik. E’ una tecnica d’avanguardia, che consente di lavorare sulla cornea dopo aver eseguito una incisione “lamellare” della stessa. E’ una tecnica veloce e poco invasiva, che viene eseguita in ambulatorio dopo aver somministrato al paziente un’anestesia topica.

Lasik sì, ma con microcheratomo o femtosecondi ?

Come già accennato, la procedura Lasik consiste in un taglio “lamellare” della cornea, che viene “scoperchiata” onde effettuare l’intervento di correzione del difetto refrattivo vero e proprio. Questo taglio lamellare può essere eseguito con due strumenti differenti, aventi il nome di microcheratomo e femtosecondi. Vediamone insieme le caratteristiche e le differenze, e cerchiamo di capire su quale dei due possa essere più vantaggioso far ricadere la nostra scelta.

I femtosecondi

Quando si parla di “femtosecondi” ci si riferisce ad uno speciale laser ad impulsi capace di effettuare l’incisione lamellare con altissima precisione. Ecco i vantaggi dell’uso del laser a femtosecondi:

  • grazie all’uso del laser a femtosecondi, il chirurgo riesce ad incidere la cornea nello spessore desiderato, controllandone la perfetta uniformità in ogni suo punto;
  • con il laser a femtosecondi, il chirurgo riesce anche a stabilire l’esatta dimensione della lamella, andando ad inciderla in modo perfettamente circolare;
  • il laser a femtosecondi è assolutamente controllabile, pertanto il medico può decidere di interrompere la procedura in qualunque istante;
  • i femtosecondi consentono al chirurgo di incidere la cornea nella sua parte più alta, più compatta e facile da gestire;
  • il flap (la lamella) modellata dal laser a femtosecondi è perfetta e pertanto facilmente ricollocabile nella sua sede, senza uso di punti di sutura

Il microcheratomo

La procedura Lasik con microcheratomo è una procedura meccanica, che ad oggi è stata resa obsoleta dalla procedura con femtosecondi. Il microcheratomo è uno strumento chirurgico dotato di una lama circolare, che consente di tagliare la cornea laddove necessario al fine di creare la flap che consentirà di accedere alla parte sottostante della cornea. Questo strumento sta cadendo oggi in disuso ed è stato scalzato dalla più precisa ed affidabile tecnologia a femtosecondi. Le ragioni sono molteplici:

  • il microcheratomo è meno preciso dei femtosecondi
  • la lamella che si va a tagliare con il microcheratomo è meno uniforme: non sempre la circolarità è perfetta e lo spessore è uniforme
  • la lamella viene tagliata ad una profondità maggiore rispetto al femtosecondi
  • sono state riscontrate maggiori complicanze post operatorie a seguito di interventi con microcheratomo a fronte delle esigue e blande complicanze del post intervento con femtosecondi

Conclusione: qual è la tecnica da preferire?

La tecnica da preferire oggi è quella che abbina la procedura Lasik al laser a Femtosecondi. La tecnologia laser a femtosecondi ha reso il microcheratomo obsoleto e meno preferibile, per una lunga serie di ragioni:

  • il laser a femtosecondi è uno strumento ad altissima precisione
  • il laser a femtosecondi è uno strumento notevolmente sicuro
  • non vi sono lame
  • il paziente non ha bisogno di punti di sutura
  • il paziente non corre il rischio di andare incontro a complicanze
  • il laser a femtosecondi è totalmente indolore, nonostante pratichi un’incisione

Un invito per te

per chi è indicata la chirurgia refrattiva
Ti invitiamo ad un incontro libero della durata di un’ora, nel quale potrai liberamente confrontarti con un oculista specialista e con altre persone che, come te, stanno pensando di intraprendere il percorso di libertà da occhiali e lenti a contatto.

Scoprirai:

  • come scegliere il centro migliore o il medico giusto per te;
  • cosa è davvero utile sapere prima dell’intervento;
  • la più avanzata e sicura tecnica di correzione dei difetti visivi come miopia e astigmatismo.

Saremo lieti di rispondere a ogni tua domanda. Ti aspettiamo nei giorni 9 e 22 maggio, 6 e 20 giugno presso le nostre cliniche a Milano.

orari

chirurgia refrattiva femtolasik

Chirurgia Refrattiva Femtolasik: tra i non addetti ai lavori si sente spesso parlare dell’intervento laser per correggere i difetti di rifrazione quali miopia, ma anche astigmatismo e ipermetropia. Ma in cosa consiste l’intervento? Di che cosa si tratta? Oggi, specialisti di tutto il mondo concordano sul fatto che la tecnica da preferire per praticare questo intervento sia la Femto-Lasik.  Un nome che forse vi giunge nuovo, e che di seguito cercheremo di spiegare nel dettaglio.

Chirurgia refrattiva Femtolasik: intervento laser per la correzione dei difetti refrattivi

Con il nome di FemtoLasik si intende uno specifico intervento di chirurgia refrattiva per la correzione dei difetti visivi, basato sull’abbinamento di due laser ad alta tecnologia, il laser a femtosecondi e il laser ad eccimeri. Anche se si parla spesso di chirurgia refrattiva, è bene sapere che questo tipo di intervento non prevede un’anestesia generale e nemmeno l’uso di bisturi o lame di sorta. La FemtoLasik, che ora andremo ad illustrarvi, rappresenta il “futuro” della chirurgia refrattiva, cioè quella tecnica che, coniugando all’uso di strumenti ad altissima tecnologia la perizia e l’esperienza dello specialista, è in grado di correggere in modo ottimale un difetto refrattivo in pochi minuti e senza alcuno stress. Ma vediamo come.

Chirurgia refrattiva Femtolasik: è per tutti?

Miopia, astigmatismo e ipermetropia si correggono in modo permanente

A differenza dell’occhio cosiddetto “emmetrope”, ovvero che vede bene, un occhio avente un difetto refrattivo tende a mettere a fuoco in modo sbagliato. Ed ecco allora che vediamo male gli oggetti lontani, che dobbiamo sforzare la vista (ovvero “accomodare”), oppure che vediamo gli oggetti in maniera imprecisa e sfocata. Miopia, ipermetropia ed astigmatismo sono difetti refrattivi che ci obbligano ad inforcare le lenti, e ad averle sempre a portata di mano. E se potessimo farne a meno? Con l’intervento laser oggi si può. In Neovision ci avvaliamo della tecnica più d’avanguardia al mondo per la correzione permanente dei difetti refrattivi. No, non semplicemente una lasik, ma una femtolasik!

Chirurgia refrattiva FemtoLasik: di che si tratta?

La correzione dei difetti refrattivi viene eseguita a livello della cornea, ovvero la parte più esterna del nostro occhio. La cornea è una membrana trasparente, costituita da vari strati, ed avente uno spessore che può variare da persona a persona. L’obiettivo dell’intervento è proprio quello di lavorare sulla cornea, modellandola e trasformandone opportunamente lo spessore, così da correggere il difetto refrattivo.

L’intervento di chirurgia refrattiva Femtolasik in modo molto semplice

Comprendere la chirurgia refrattiva femto lasik non  è difficile.

  1. Il chirurgo apre una sorta di finestrella sulla parte più esteriore della cornea: l’epitelio.
  2. Da lì accede all’occhio con il laser ad eccimeri per eseguire l’intervento sulla parte sottostante.
  3. Infine, la finestrella viene riposizionata al suo posto (non cucita, niente punti di sutura).

Questa procedura prende il nome di Lasik, mentre la parola Femto fa riferimento al laser a femtosecondi, uno speciale laser ad impulsi che riesce ad aprire la “finestrella” con un’estrema precisione, andando a sagomarla ed a definirne lo spessore proprio sulla base delle esigenze del singolo paziente.

L’intervento di chirurgia refrattiva Femtolasik, quindi, è diverso dalla Lasik proprio per l’utilizzo del laser a femtosecondi, usato per l’apertura della finestrella nell’occhio.

Una tecnica davvero d’avanguardia.

I vantaggi della chirurgia refrattiva Femtolasik

  • indolore (non c’è dolore né durante, né dopo la procedura)
  • veloce (la procedura è veloce, ma anche il recupero visivo del paziente)
  • personalizzabile (ricordiamo che ognuno ha una cornea e un difetto refrattivo specifici e unici)
  • sicura (se muovo l’occhio durante l’intervento, non succede niente)

Se vuoi sapere di più sulla chirurgia refrattiva femtolasik, leggi anche:

Se sei curioso di vedere l’esperienza dei nostri pazienti, guarda i loro video sul nostro canale Youtube

Vuoi saperne di più?

Chiamaci dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 19.00 allo 02 3031 7600

Se desideri, ti contattiamo noi:

Compila il modulo sottostante e premi INVIA, ti contatteremo al più presto!

Finanziamento al 100% - Neovision Cliniche Oculistiche
Finanziamento al 100% - Neovision Cliniche Oculistiche

Cheratocono conosciamo meglio questa patologia

Cheratocono centri eccellenza | A Milano, Neovision Cliniche Oculistiche offre soluzioni terapeutiche dedicate a ci soffre di questa patologia.

Il cheratocono è una patologia dell’occhio che coinvolge la cornea. Si tratta di una deformazione a livello di forma e di spessore di questa parte delicata dell’apparato visivo. Le cause sono ancora poco conosciute, mentre la conseguenza è una perdita di qualità e quantità della visione. Ma vediamo di capire meglio cosa sia il cheratocono.

Che cos’è il cheratocono

La cornea è una parte molto delicata dell’occhio, situata nella parte anteriore del bulbo oculare. Essa è composta di fibre di collagene, disposte in più strati sovrapposti. Il cheratocono è una malattia le cui origini non sono ancora state del tutto appurate, che porta ad una degenerazione della cornea, con conseguente deformazione e perdita di struttura della stessa. Se immaginiamo il bulbo oculare come una palla, nella sua forma “sana” sarebbe una palla da calcio, perfettamente tonda; al contrario, nella sua forma con cheratocono in atto, essa ricorderebbe invece una palla da baseball, più allungata ed ovoidale. La conseguenza di questa perdita di forma e di struttura da parte della cornea, è una perdita di capacità visiva, dovuta sia alla deformazione, sia alla perdita di trasparenza delle strutture che la compongono.

Cheratocono: Centri d’eccellenza che lo curano 

Purtroppo ad oggi i farmaci non sono sufficienti a venire a capo del problema. Tuttavia, esistono diverse soluzioni terapeutiche. La prima prende il nome di cross-linking corneale, ed è una terapia volta ad irrobustire la cornea ed a restituirle la struttura perduta. Il cross-linking prevede che venga somministrata sulla cornea una sostanza chiamata riboflavina, nota anche come vitamina B2. La riboflavina viene fatta poi penetrare nella struttura della cornea tramite un raggio di luce UVA. Un trattamento che ha la durata di pochi minuti e che è totalmente indolore: il vantaggio è quello di restituire struttura ai tessuti, arrestandone la deformazione ed evitando ove possibile il peggioramento della patologia.

Nel trattamento del Cheratocono, Neovision rappresenta un centro d’eccellenza grazie alla presenza di diversi professionisti qualificati e strumentazioni all’avanguardia.

Dal cross-linking alla cheratoplastica | Cheratocono centri eccellenza

Nel caso in cui invece il cheratocono sia già ad uno stadio più avanzato, si ricorre al trapianto di cornea. A proposito del trapianto di cornea, è bene sapere che ne esistono due varianti: la cheratoplastica lamellare e la cheratoplastica perforante. Poiché la cornea è composta, come detto, di una serie di strati sovrapposti di fibre di collagene, può essere sufficiente intervenire solo sullo strato malato e dunque soggetto a deformazione: in questo caso si parla di cheratoplastica lamellare. Se invece la malattia coinvolge tutti gli strati della cornea, si andrà a sostituire l’intero complesso di strati: in questo caso l’intervento prende il nome di cheratoplastica perforante.

Vuoi saperne di più oppure vuoi prenotare una visita?

Siamo a tua disposizione: chiamaci subito allo 02 3031 7600 dal lunedì al venerdì.

Finanziamento al 100% - Neovision Cliniche Oculistiche
FemtoLASIK costi

In questo post parleremo di:

  • FemtoLASIK costi
  • FemtoLASIK miopia e ipermetropia, astigmatismo e presbiopia
  • Rischi FemtoLASIK
  • Idoneità intervento di FemtoLASIK

La chirurgia refrattiva include una serie di tecniche con le quali è possibile correggere i difetti refrattivi. Parliamo di miopia, ipermetropia, astigmatismo, presbiopia. La tecnica prediletta dai pazienti è certamente la FemtoLASIK. Ma di cosa si tratta? Quali difetti visivi può correggere? Chi vi si può sottoporre?

Che cos’è l’intervento FemtoLASIK

La FemtoLASIK è una tecnica chirurgica mini invasiva che consente di correggere i difetti refrattivi. Ciò avviene tramite la rimodellazione della cornea, della sua curvatura e del suo spessore.

Questi i passaggi dell’intervento:

  1. Con uno speciale laser ad impulsi, chiamato Femtolaser o laser a Femtosecondi, viene aperta una finestrella sulla parte esteriore della cornea
  2. La parte sottostante viene modellata con il laser ad eccimeri
  3. Infine, la finestrella viene semplicemente richiusa e riposizionata in sede, senza punti di sutura

E’ un intervento dal grandissimo apporto tecnologico. Nel giro di 20 minuti circa, grazie ad un anestetico in gocce, il difetto refrattivo sarà eliminato senza alcun dolore.

Quali difetti visivi corregge? FemtoLASIK miopia, ipermetropia, astigmatismo e presbiopia

L’intervento di FemtoLASIK consente di correggere miopia lieve o media, ipermetropia anche forte ed astigmatismo. Se si soffre di una miopia particolarmente accentuata, lo specialista potrebbe proporre una via alternativa. Ad esempio l’intervento di sostituzione del cristallino in abbinamento all’intervento di FemtoLASIK, oppure il ricorso alle lenti intraoculari dette fachiche, che non comportano la rimozione del cristallino naturale. Ogni caso prevede una soluzione specifica e personalizzabile. Non è possibile prescindere da una visita e da un colloquio approfondito con il medico oculista. Il medico è la sola persona che può consigliare la strada migliore da intraprendere.

FemtoLASIK idoneità all’intervento

Se il difetto è vissuto “male” dal paziente

Solo nel nostro Paese ci sono 20 milioni di persone con difetto refrattivo. In molti di questi casi il difetto è lieve. In tanti altri casi, invece, il difetto condiziona la vita delle persone sotto vari aspetti. Durante lo svolgimento delle attività professionali, lo sport, la vita sociale, amorosa, il tempo libero. A lungo andare i difetti visivi possono diventare un problema.

Chi si sente condizionato dall’uso di lenti a contatto e occhiali cerca una soluzione differente, capace di apportare un beneficio pratico, ma anche psicologico. L’intervento di chirurgia refrattiva con tecnica FemtoLASIK può essere la risposta. 

Altri fattori che possono portare a scegliere la chirurgia refrattiva

  • Motivi professionali: alcune tipologie di lavoro richiedono una visione ottimale (ad esempio nello spettacolo, o nel lavoro di persone che passano molto tempo al pc, o che eseguono lavori di precisione);
  • Un difetto visivo molto più marcato ad un occhio rispetto all’altro;
  • L’età: chi inizia a portare occhiali a 40 anni a causa della presbiopia, ma non li tollera o non si piace. 

I fattori da tenere in considerazione sono molti, e solo un oculista specialista potrà rispondere chiaramente in merito alla vostra situazione specifica e personale.

FemtoLASIK costi e informazioni 

Neovision offre un’opportunità in più per informarsi al meglio e valutare l’intervento: la Consulenza Gratuita. Il nostro Staff, infatti, è disponibile sia di persona presso le nostre cliniche, sia in video call, per rispondere a tutte le tue domande.

Se vuoi sapere quanto costa la chirurgia refrattiva in Neovision, la risposta è a partire da 1350€ ad occhio: sarà il chirurgo, in occasione della visita approfondita di idoneità, a definire con il paziente le opzioni chirurgiche più indicate ai suoi occhi.

FemtoLASIK. Voglio operarmi, cosa devo fare?

Se hai deciso di effettuare l’intervento laser, ecco i prossimi passaggi da fare:

  • Il punto di partenza è una visita oculistica specialistica accurata ed approfondita come FREEDOM. Non fidarti di visite frettolose o svendute: le migliori tecnologie hanno un costo. In Neovision diamo la possibilità di venire ad effettuare una Consulenza Gratuita, per visitare la Clinica e parlare con il nostro Staff. In questo modo potrai avere tutte le informazioni che desideri. Diversamente, prenota subito FREEDOM, la tua visita approfondita per verificare l’idoneità all’intervento e la tecnica chirurgica più adatta a te.
  • Dopo la visita, una volta definita la tecnica necessaria dal chirurgo che ti avrà visitato, potrai prenotare l’intervento. In genere anche a una settimana dalla visita: in Neovision non abbiamo liste d’attesa.
  • Effettuato l’intervento seguirà un primissimo controllo, poi sarà fissato quello immediatamente successivo. I controlli post operatori sono inclusi nel costo dell’intervento di chirurgia refrattiva.
  • Una persona del nostro Staff sarà sempre a tua disposizione per eventuali dubbi o necessità, anche dopo l’intervento. L’attenzione al paziente, per noi, è fondamentale.
Finanziamento al 100% - Neovision Cliniche Oculistiche

Vuoi saperne di più?

Chiamaci dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 19.00 allo 02 3031 7600

Se desideri, ti contattiamo noi:

Compila il modulo sottostante e premi INVIA, ti contatteremo al più presto!

Finanziamento al 100% - Neovision Cliniche Oculistiche

soluzioni presbiopia

Presbiopia: cos’è

Presbiopia: significato

La presbiopia non è un difetto refrattivo.

Si tratta invece di una riduzione della capacità accomodativa legata all’età. Presbiopia significa che il cristallino perde elasticità. Il risultato è la difficoltà a vedere da vicino, per esempio a leggere. Il classico gesto del paziente presbite è quello di allontanare il testo o l’oggetto per metterlo a fuoco meglio.

Correzione Presbiopia: soluzioni

Esistono soluzioni per ovviare al fastidioso problema della presbiopia? Naturalmente sì. Vediamole nel dettaglio.

Presbiopia significato e… SOLUZIONI!

Le soluzioni per correggere la presbiopia sono 3.

Si può ricorrere ad un intervento laser, all’applicazione di lenti intracorneali oppure, come terza opzione, all’intevento di facoemulsificazione, che prevede la sostituzione del cristallino.

Tre strade differenti: vediamole una ad una.

1. Intervento laser

L’intervento laser per la correzione della presbiopia è molto simile al forse più noto Femto-Lasik che si usa per la correzione dei difetti refrattivi. Anche nel caso della presbiopia, entrano in gioco il laser ad eccimeri ed il laser a femtosecondi. E’ un intervento veloce ed indolore, così come lo è il decorso postoperatorio.

2. Applicazione di lenti intracorneali

Le lenti intracorneali, ce lo suggerisce il nome stesso, vengono applicate all’interno della cornea. Sono lenti molto sottili, progettate proprio per correggere la presbiopia. E’ un intervento reversibile che non prevede la rimozione di tessuto corneale.

3. Sostituzione del cristallino

Questa terza opzione prevede l’esecuzione dell’intervento di facoemulsificazione. ovvero lo stesso che si usa per effettuare l’intervento di cataratta. La sostituzione del cristallino con una lente dotata di un’opportuna correzione della presbiopia (ed eventualmente anche di un difetto refrattivo, nel caso di una lente multifocale), consente insomma di risolvere più problemi al contempo, inclusa naturalmente la cataratta. A questo proposito, il vantaggio di sottoporsi ad un intervento di sostituzione del cristallino sta anche nel fatto che il paziente, con l’avanzare dell’età, non andrà mai incontro alla cataratta.

Vuoi saperne di più?

Compila il modulo sottostante e premi INVIA, ti contatteremo al più presto!

Oppure chiamaci dal lunedi al venerdi allo 02 30317600.