centro oculistico convenzionato AON OneCare

Neovision è partner di AON OneCare in qualità di struttura sanitaria convenzionata per attività di diagnosi e cura della vista, chirurgia refrattiva, ICL e chirurgia della cataratta.

AON OneCare convenzione: come funziona la copertura?

Neovision è centro oculistico convenzionato AON OneCare. La convenzione Neovision con AON OneCare consente agli assistiti di effettuare prestazioni diagnostiche come:

Ma anche interventi di chirurgia oftalmica, refrattiva e di cura di patologie come:

Chirurgia oftalmica: per tornare a vedere bene ad ogni età

Grazie a questa partnership è possibile rendersi indipendenti da occhiali e lenti a contatto usufruendo di tutta la tecnologia e la professionalità di Neovision.

Vedere bene anche dopo i 60 anni

Rendersi indipendenti dagli occhiali è possibile a tutte le età e, spesso, a trarre questo beneficio sono gli over 60 che, approfittando della sostituzione del cristallino, curano o prevengono la cataratta, curando contestualmente i difetti visivi.

Vuoi saperne di più? Guarda ora sul Canale YouTube di Neovision il Video di Claudio, nostro paziente che a 60 anni ha realizzato il suo sogno di rendersi indipendente dagli occhiali.

AON – OneCare: convenzione con Neovision

Consigliamo sempre di verificare con il proprio partner assicurativo l’elenco completo le condizioni contrattuali per accedere a:

  • Visite oculistiche specialistiche, anche pediatriche
  • Esami oculistici specialistici
  • Intervento laser per il trattamento dei difetti visivi come miopia, astigmatismo o ipermetropia
  • Intervento di cataratta
  • Impianto di ICL Fachiche
  • Trattamenti per l’Occhio Secco
  • Laser terapeutici

Coperture, franchigie e modalità di accesso alle prestazioni stesse non dipendono da Neovision, ma dalle coperture previste dalla propria Assicurazione.

Contattaci

Per informazioni sul tuo oculista convenzionato Nobis o per prenotare una visita, chiamaci subito allo 02 3031 7600, oppure scrivici!


Cristallini artificiali

Cristallino artificiale: sicuramente vi è capitato di sentirne parlare. Il cristallino naturale è la lente dell’occhio che, per diverse regioni, può necessitare di essere sostituito. Ma vediamo nel dettaglio:

  • Cristallino artificiale: cos’è
  • Quante tipologie di cristallino artificiale esistono?
  • A cosa servono le diverse tipologie di cristallino artificiale?
  • Quali patologie può curare un cristallino artificiale?
  • Quali sono i migliori cristallini artificiali?
  • Cristallino artificiale: meglio multifocale o EDOF?

Cristallino artificiale, cos’è?

Il cristallino artificiale, chiamato anche IOL (Intraocular Lense), è una piccola lente costruita in materiali ultraleggeri, flessibili ed assolutamente biocompatibili, che va a sostituire il cristallino naturale dell’occhio, ovvero la piccola lente che, posta dietro all’iride, ci permette di mettere a fuoco e vedere nitidamente.

Quante tipologie di cristallino artificiale esistono?

Grazie agli incredibili progressi della tecnologia in ambito ottico e oftalmico, oggi esistono molte tipologie di cristallini artificiali tutti personalizzabili. Queste IOL hanno funzioni diverse e vengono scelte dal chirurgo in relazione alle necessità ed alle peculiarità del paziente:

  • Monofocali: sono cristallini artificiali che consentono di mettere a fuoco solo una distanza (vicino o lontano). Per la distanza che non è corretta, la persona dovrà utilizzare un occhiale
  • Monofocali toriche: sono lenti monofocali, che però consentono la correzione dell’astigmatismo
  • Multifocali: si tratta di lenti che permettono di vedere sia da lontano che da vicino, correggendo anche eventuali difetti visivi come miopia o ipermetropia
  • Multifocali toriche: sono IOL multifocali in grado di correggere anche l’astigmatismo
  • EDOF: sono le ultimissime lenti intraoculari in commercio e permettono di vedere bene senza occhiali da lontano e fino alle medie distanze (circa 40 cm). Adatte, quindi, anche per attività come la guida o l’uso del computer.
  • EDOF toriche: sono le lenti EDOF in grado di correggere anche l’astigmatismo

A cosa servono le diverse tipologie di cristallino artificiale?

Abbiamo visto poco sopra che esistono diverse tipologie di cristallini artificiali. La loro funzione, tranne nel caso delle lenti monofocali, è sostanzialmente quella di aiutare le persone a rendersi indipendenti dagli occhiali, correggendo i difetti visivi come miopia, ipermetropia, presbiopia e astigmatismo.

Queste lenti, però, non vengono solamente impiegate nel classico intervento di cataratta, ma sempre più spesso rappresentano una soluzione alternativa al laser per il trattamento dei difetti visivi, anche di importante entità, in persone sopra i 45 anni, con il vantaggio che in questo modo si previene l’insorgere della cataratta.


cataratta sintomi - Neovision Cliniche Oculistiche

No liste d’attesa e 100% finanziabile

In Neovision l’intervento di cataratta è finanziabile al 100% o fruibile mediante convenzioni con le più importanti assicurazioni.
Liste d’attesa? Non esistono.


Quali problemi visivi si curano con l’impianto di un cristallino artificiale?

  • Cataratta: la cataratta è una patologia dell’età matura che comporta l’appannamento del cristallino naturale dell’occhio. L’insorgenza della cataratta provoca l’offuscamento della visione, la percezione di colori meno brillanti e una ridotta percezione della luce. L’unica cura ad oggi nota è l’intervento chirurgico, che prevede la sostituzione del cristallino naturale con uno artificiale.
  • Cataratta giovanile o traumatica: l’appannamento del cristallino può insorgere, per fattori diversi, anche in età giovanile o in seguito ad un trauma oculare. Anche in questo caso la soluzione è rappresentata dal solo intervento.
  • Miopia, Ipermetropia, Presbiopia e Astigmatismo: le moderne IOL sono in grado di correggere tutti i difetti visivi e rendere le persone indipendenti o quasi del tutto indipendenti dagli occhiali.
  • Miopia elevata: anche la miopia elevata può essere corretta grazie all’impianto di una lente adeguata.

Quali sono i migliori cristallini artificiali?

Ogni lente intraoculare ha caratteristiche che la rendono migliore per un determinato tipo di paziente. Se le caratteristiche dell’occhio sono il punto di partenza del chirurgo nella corretta valutazione della lente da impiantare, è vero che la scelta della lente dipenderà anche dalle abitudini e dallo stile di vita del paziente, in modo che la scelta del medico corrisponda alle effettive priorità del paziente.

Oggi possiamo dire che le lenti EDOF sono sostanzialmente le più apprezzate dai pazienti. Questo perché consentono di effettuare la maggior parte delle azioni quotidiane senza dover ricorrere agli occhiali che, normalmente, possono essere necessari al paziente solo per leggere o compiere azioni per le quali è richiesta un’ottima visione da vicino. Il tutto senza il fastidio della possibile presenza di aloni nella visione notturna.

Cristallino artificiale: meglio multifocale o EDOF?

In accordo con l’esperienza dei nostri pazienti, ed alla luce del fatto che sono le lenti di ultimissima generazione, oggi le lenti intraoculari EDOF rappresentano una delle scelte più effettuate dai medici e trovano il riscontro positivo di migliaia di pazienti. Sebbene forniscano una visione libera per le lunghe e fino alle medie distanze (per il vicino è possibile che il paziente necessiti del supporto di un occhiale da lettura), queste lenti non comportano i possibili rischi di visione notturna con aloni che possono presentarsi con le IOL Multifocali.

Intervento di cataratta: dove trovare cristallini artificiali di ultima generazione

Sebbene alcune isolate strutture pubbliche utilizzino cristallini artificiali di ultima generazione, generalmente l’utilizzo di queste IOL è appannaggio di centri privati ad alta specializzazione, che sono in grado di misurare, valutare e scegliere la IOL giusta per ogni paziente. Senza contare gli innumerevoli vantaggi del laser a femtosecondi durante l’intervento.

Vuoi maggiori informazioni?

Chiamaci allo 02 3031 7600 dal lunedì al venerdì, dalle 9:00 alle 19:00, altrimenti compila il modulo qui sotto e ti ricontatteremo noi!

Meglio occhiali o laser? E’ un dubbio che molti hanno e spesso la scelta viene effettuata sulla base di pochi elementi strettamente personali che ci fanno propendere per una scelta piuttosto che per l’altra.

Prima di tutto, però, dobbiamo ricordare che non esistono scelte giuste o sbagliate in assoluto, ma solo scelte giuste per ogni persona. Pertanto, ognuno dovrà valutare cosa ritiene più giusto per sé.

In questo articolo proveremo ad esaminare tutti gli elementi che possono essere considerati quando ci si ritrova a pensare se siano meglio gli occhiali o il laser. In particolare, dovremo discernere gli elementi di valutazione personale da quelli prettamente medici.

meglio occhiali o laser

Meglio occhiali o laser? Gli elementi medici da considerare

Quando si pensa alla chirurgia refrattiva per la correzione dei difetti visivi, dobbiamo pensare che esistono dei parametri medici che sono imprescindibili e che è fondamentale indagare approfonditamente in modo che il chirurgo possa confermare l’idoneità del paziente all’intervento.

Non tutti gli occhi, infatti, sono eleggibili per la chirurgia laser. E se è vero che un tempo vi erano solo soluzioni che contemplavano il laser, oggi esistono delle validissime alternative che consentono anche a chi non è idoneo alla chirurgia laser di poter recuperare anche molte diottrie, ad esempio grazie all’ausilio delle lenti ICL fachiche.

Una visita approfondita con il medico oculista, quindi, è il punto di partenza per una seria valutazione delle opportunità del paziente.

Meglio occhiali o laser? Tutti i fattori da prendere in considerazione

Mancanza di conoscenza: si può curare anche l’astigmatismo?

Se è ormai noto che la miopia può essere curata in maniera definitiva, non tutti sanno ancora che possono essere trattati, con o senza laser, anche difetti refrattivi come:

  • Astigmatismo
  • Ipermetropia
  • Presbiopia

Anche combinati insieme: ad esempio miopia+astigmatismo o ipermetropia e presbiopia, ecc…

Ovviamente, se non si conoscono le opportunità sarà molto difficile accedere ad una soluzione, quindi è sempre bene informarsi e capire quali soluzioni esistono. Ogni dubbio o domanda, poi, potrà essere chiarito con il medico.

CONSIGLIO: provate a leggere un po’ di informazioni da fonti che vi sembrano attendibili e valutate bene le visite preoperatorie. L’approfondimento della visita, il numero di esami proposti, il tempo dedicato al paziente e anche il costo delle prestazioni sono importanti elementi di valutazione per definire a chi affidare il proprio benessere.

Fattori emotivi: paura del laser

Una delle motivazioni che più spesso blocca le persone nella scelta della cura definitiva ai propri difetti è la paura. Una paura dai contorni sfumati, che aleggia intorno ad un’astratta idea di laser, ma che spesso dipende più da una mancanza di conoscenza dei processi, che non da altro. Una paura che alle volte può essere solo un alibi per nascondere una mancanza di motivazione reale nei confronti dell’intervento.

Non tutti, infatti, sanno che i laser sono dotati di uno speciale strumento di sicurezza chiamato eye-tracker che segue l’occhio e ferma il lavoro del laser, ove necessario.

CONSIGLIO: La paura è un elemento irrazionale, ma molto potente, che spesso ci blocca nelle nostre azioni e ci impedisce di prendere decisioni che potrebbero avere un forte impatto sulla nostra vita. Il consiglio per chi desidera effettuare un intervento di correzione dei difetti visivi è quello di parlare con il chirurgo. Nessuno meglio di un chirurgo è in grado di spiegare le procedure e supportare il paziente verso una scelta consapevole e serena.

Fattori estetici

I fattori estetici non sono assolutamente secondari. Una volta definita la possibilità o meno di effettuare un intervento di chirurgia refrattiva, ognuno definisce un percorso anche in base a a canoni estetici che lo fanno sentire meglio:

  • Gli occhiali mi invecchiano
  • Gli occhiali mi danno personalità
  • Le lenti degli occhiali mi ingrandiscono troppo gli occhi
  • Gli occhiali mi nascondono il viso
  • Le lenti a contatto mi fanno sentire più giovane

E così via: ognuno si piace con o senza occhiali e si preferisce in un modo piuttosto che in un altro.

Quindi non c’è nulla di male nel preferire una soluzione che corrisponda meglio alla propria idea di bellezza estetica.

Fattori pratici: libertà, tempo, leggerezza

Uno dei fattori da considerare è quanto è importante per noi la praticità:

  • Ho tempo di sterilizzare le lenti a contatto mensili?
  • Mi dà noia svegliarmi la mattina e non vedere nitidamente o necessitare degli occhiali?
  • Ho voglia di mettere le lenti a contatto ogni giorno?

E via di seguito. I piccoli problemi di carattere pratico per molte persone sono un limite, un fastidio, una noia che preferirebbero evitarsi, ma non è per tutti così.

E’ importante chiedersi consapevolmente: quanto impatto avrebbe un intervento sulla mia vita quotidiana? Ne trarrei un beneficio pratico? Mi sentirei più libero di fare qualcosa?

Ad esempio, mi sentirei più libero di:

  • Praticare il mio sport preferito?
  • Andare a letto senza pensieri?
  • Muovermi per casa liberamente?
  • Non dover pensare a dove ho messo gli occhiali e a non rovinarli?

Già farsi queste domande aiuta a chiarirsi le idee e può essere un buon punto di partenza per una riflessione.

Durata nel tempo

Per quanto tempo dovrò avere a che fare col mio difetto visivo? Parliamo di miopia, astigmatismo e ipermetropia o di presbiopia? O magari di presbiopia associata ad altri difetti?

La correzione del difetto visivo è definitiva. Dura tutta la vita? Dipende: se si corregge un difetto visivo come la presbiopia, possiamo dire di si. Per gli altri difetti, invece, la durata del trattamento è definitiva fino a che non si presenterà la presbiopia, che è un fisiologico calo della vista cui facciamo fronte tutti dopo i 40 anni. Ciò significa che prima si effettua l’intervento laser per la correzione dei difetti visivi e per più tempo potremo beneficiare dei suoi effetti. Resta inteso che anche chi ha effettuato il laser può, una volta stabilizzata la presbiopia, effettuare un piccolo ritocco per continuare a vedere senza occhiali.

Fattori economici

Alle volte si è un po’ frenati nella scelta dell’intervento a causa del costo. Ebbene, non sempre, però, quanto costa non effettuare l’intervento?

Meglio occhiali o laser: quanto costa?

Un difetto visivo corretto con occhiali o lenti a contatto può costare in cinque anni tra i 600€ ai 5000€, non considerando montature per occhiali particolarmente costose o di grido. E’ chiaro che un intervento definitivamente risolutivo può essere ammortizzato in pochi anni, a seconda delle proprie abitudini e necessità e che, grazie anche alle agevolazioni nel pagamento di cui dispongono molti centri, oggi si tratta di una tecnologia medica molto più accessibile.

Non da ultimo, non va dimenticato che un intervento laser è detraibile ai fini fiscali nella misura del 19% come detrazione per spese mediche. Un vero e proprio strumento di risparmio per molti pazienti.


Vuoi saperne di più?

Chiamaci dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 19.00 allo 02 3031 7600

Se desideri, ti contattiamo noi:

Compila il modulo sottostante e premi INVIA, ti contatteremo al più presto!

Assicurazione Sanitaria NOBIS convenzione con Neovision

Neovision è partner di Nobis Assicurazioni in qualità di struttura sanitaria convenzionata per attività di diagnosi e cura della vista: il senso che, più di ogni altro, ci mette in comunicazione con il mondo.

Cosa copre la polizza sanitaria NOBIS?

La convenzione Neovision con Nobis Assicurazioni permette agli assistiti di effettuare prestazioni diagnostiche come:

Ma anche interventi oftalmici come:

Chirurgia oftalmica: vedere bene, liberi dagli occhiali

Grazie a questa partnership, molte persone hanno già potuto rendersi indipendenti da occhiali e lenti a contatto usufruendo di tutta la tecnologia e la professionalità delle Cliniche Oculistiche Neovision.

Utile anche per gli over 60

Rendersi indipendenti dagli occhiali è possibile a tutte le età e, spesso, a trarre questo beneficio sono gli over 60 che, approfittando della sostituzione del cristallino, curano o prevengono la cataratta, curando contestualmente i difetti visivi.

Vuoi saperne di più? Guarda ora sul Canale YouTube di Neovision il Video di Claudio, nostro paziente che a 60 anni ha realizzato il suo sogno di rendersi indipendente dagli occhiali.

Verifica delle condizioni contrattuali della propria polizza

Consigliamo sempre di verificare con il proprio partner assicurativo l’elenco completo le condizioni contrattuali per accedere a:

  • Visite oculistiche specialistiche, anche pediatriche
  • Esami oculistici specialistici
  • Intervento laser per il trattamento dei difetti visivi come miopia, astigmatismo o ipermetropia
  • Intervento di cataratta
  • Impianto di ICL Fachiche
  • Trattamenti per l’Occhio Secco
  • Laser terapeutici

Coperture, franchigie e modalità di accesso alle prestazioni stesse non dipendono da Neovision, ma dalle coperture previste dalla propria Assicurazione.

Contattaci

Per informazioni sul tuo oculista convenzionato Nobis o per prenotare una visita, chiamaci subito allo 02 3031 7600, oppure scrivici!


Lenti ICL Fachiche Testimonianze - Chiara Epifani - Neovision Cliniche Oculistiche

Lenti ICL fachiche testimonianze

Lenti ICL fachiche, questa la soluzione proposta a Chiara per la correzione definitiva di miopia e astigmatismo. Chiara si è rivolta a Neovision convinta di potersi sottoporre all’intervento laser, ma durante la visita oculistica ha scoperto di non essere idonea. Dopo anni di utilizzo di lenti a contatto, Chiara è arrivata a non tollerarle più. Così ci ha raggiunti dalla Danimarca, dove vive – ed oggi, come afferma lei stessa – la sua vita è cambiata.

  • Paziente: Chiara Epifani, 27 anni, studentessa e lavoratrice
  • Problemi visivi: miopia, astigmatismo e occhio secco
  • Anno di operazione: 2021
  • Situazione visiva post-intervento: 10/10 senza utilizzo di occhiali

Chiara, cosa ti ha spinta a fare questa intervista?

Ci tenevo a fare questa intervista perché, avendo fatto questa esperienza in prima persona, mi sono resa conto che non ci sono testimonianze di questo intervento. Quindi, se la mia esperienza può essere d’aiuto ad altri, ne sono felice. Online, infatti, non si trovano molte testimonianze o esperienze di pazienti che hanno effettuato l’impianto di lenti ICL fachiche. Ovunque ci sono siti che spiegano come funziona l’operazione, ma non è mai come sentirlo raccontare dalle parole di chi l’ha provato direttamente.

Qual era il tuo problema visivo e come ti sei avvicinata all’idea dell’intervento con lenti ICL?

Io ero miope ed astigmatica, oltretutto il mio occhio è molto secco e questo mi ha sempre creato moltissimi problemi.

A dire il vero, non avevo mai preso in considerazione il laser per la cura dei difetti visivi perché ho sempre utilizzato le lenti a contatto, di cui ero proprio un’affezionata.

A causa dei miei problemi di occhio secco, però, ho iniziato a non tollerare più le lenti. Così, negli ultimi tre anni ho dovuto smettere di usarle, ma gli occhiali non mi sono proprio mai piaciuti. Così mi sono avvicinata all’idea del Laser per la miopia e l’astigmatismo e sono venuta in Neovision a fare la visita FREEDOM per verificare la possibilità di essere operata.

Dal laser alle lenti ICL fachiche: cosa ti ha fatto andare in questa direzione?

Avevo pensato al laser perché è una soluzione facile, veloce a cui tutti pensano in prima battuta, anche perché è la soluzione più conosciuta.

Quando sono arrivata in Neovision, ho fatto una visita molto approfondita: mi è stato controllato qualunque parametro visivo con attrezzature modernissime. La visita, però, ha fatto emergere che non avrei potuto effettuare l’intervento laser agli occhi, perché i miei occhi non sono idonei a quel genere di intervento. In quel momento mi è davvero crollato il mondo addosso e ho pensato che avrei dovuto portare gli occhiali a vita.

Conoscevi le lenti ICL fachiche?

Non avevo mai sentito parlare di lenti ICL fachiche fino a quel momento. Dopo aver saputo che i miei occhi non sono idonei ad effettuare la chirurgia refrattiva con il laser, la Dottoressa Norcia mi ha illustrato questa possibilità. Io sono una persona piuttosto sensibile, quindi, appena mi è stata spiegata la dinamica di questo intervento, mi sono un po’ impressionata, però ero veramente stanca di portare gli occhiali: non ne potevo davvero più, quindi mi sono convinta.

Come hai maturato la decisione di operarti?

Il percorso che mi ha portato a questa decisione è stato, se vogliamo, un po’ tortuoso, soprattutto perché i miei genitori erano molto preoccupati e apprensivi. Leggevano su internet qualunque cosa  gli capitasse a tiro e questo non faceva che accrescere la loro e la mia preoccupazione. A quel punto ho iniziato a cercare anche io online delle testimonianze di pazienti operati, ma non ho trovato molto e quel poco che ho trovato non era troppo rassicurante. Più che altro si trattava di esperienze di persone che avevano fatto l’intervento molti anni fa con sistemi diversi da quelli usati oggi. Insomma, quello che ho letto mi ha stressata e spaventata. Devo dire che sia la Dottoressa Zola, che mi ha sempre seguita, sia la Dottoressa Norcia, che mi ha operata, mi sono state molto vicine anche nella gestione di questo stress. La Dottoressa Norcia ha risposto a tutte le mie domande e questo mi ha rassicurata tantissimo: dopo aver parlato con lei mi sono sentita sollevata e anche fiduciosa di essere in buone mani.

Raccontaci dell’operazione: com’è andata?

Quando sono arrivata in sala operatoria, tutto lo staff mi ha fatto sentire perfettamente a mio agio e, davvero, non potevo chiedere di meglio. L’intervento è durato pochissimo: cinque minuti e ho operato prima uno e poi l’altro occhio in due sedute operatorie diverse.

Una volta che la prima operazione è finita, mi sono detta “Wow, tutto qua?”.

L’anestesia è avvenuta con qualche goccia di collirio e non ci si accorge davvero di niente, anche perché c’è una luce puntata sull’occhio, quindi non si vede assolutamente nulla.

Già due ore dopo l’intervento ho iniziato a vedere bene e il giorno dopo vedevo già 10/10: una ripresa velocissima che non mi aspettavo. Non ho mai avuto alcun tipo di dolore e non mi dava nemmeno fastidio la luce, sebbene sia consigliato di portare gli occhiali da sole per proteggere gli occhi dopo l’intervento. 

Cosa è cambiato nella tua vita, dopo l’intervento?

Credo di non essere mai stata così felice. Io ero miope ed astigmatica, mi mancavano più di cinque diottrie ad entrambi gli occhi: quando mi alzavo la mattina, vedevo la nebbia. Per me era molto dura perché non potevo fare tante cose. Ho sempre praticato molto sport. In particolare, amo gli sport di lotta e ho dovuto smettere perchè con gli occhiali non era possibile praticarli.

Adesso, invece, dopo l’operazione, nella mia vita c’è stato un cambiamento abnorme: finalmente potrò ricominciare a praticare sport e non so nemmeno descrivere quanto sono felice.

Cosa consiglieresti ad altre persone che non sono idonee al laser o soffrono di una miopia troppo elevata?

Da paziente, suggerirei loro di trovare un centro di cui si fidano e di parlare con il chirurgo per avere tutte le risposte e le rassicurazioni del caso. Direi di andare tranquilli perché con l’impianto di lenti ICL fachiche in cinque minuti la vita cambierà in meglio: a me è cambiata! So che molte persone non sono nemmeno a conoscenza di questa possibilità e molti altri, invece, non lo fanno per paura: quello che spero è che questa intervista possa aiutare altri che si trovano nella situazione in cui ero io a farsi coraggio.

Se dovessi scegliere una parola per descrivere la tua esperienza, quale sceglieresti?

Di parole per descrivere questa esperienza ce ne sarebbero molte, ma se dovessi sceglierne una, forse direi VALIDA: è un’operazione veramente valida che farei ancora e ancora, assolutamente.

Impianto di lenti fachiche testimonianze | Guarda ora il video dell’esperienza di Andrea

Impianto di lenti fachiche testimonianze | Andrea è un giovane professionista che fin da piccolo ha sofferto di una miopia molto forte che lo obbligava a portare occhiali molto spessi e pesanti o lenti a contatto.

Prima di conoscere Neovision credeva che non ci fossero soluzioni al suo problema in quanto, nel suo caso, non poteva sottoporsi alla chirurgia laser.

Oggi vede 10/10 grazie all’impianto di lenti ICL fachiche e di tutta la tecnologia Neovision.

Vuoi prenotare una visita?

Se hai necessità di prenotare una visita o hai bisogno di informazioni, siamo a tua disposizione. Chiamaci dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 19.00 allo 02 3031 7600, oppure scrivici:



Cataratta giovanile - Neovision Cliniche Oculistiche

Cos’è la cataratta giovanile? L’opacizzazione del cristallino si verifica solitamente in età matura, e viene per questo associata all’invecchiamento. Eppure, la cataratta può presentarsi anche in giovane età. Perché? Ecco quali sono i sintomi della cataratta giovanile e come si cura.

Cataratta giovanile: sintomi

La cataratta è una patologia che non colpisce esclusivamente i soggetti in età avanzata ma, al contrario, può manifestarsi anche in età giovanile.

I sintomi sono esattamente gli stessi:

  • visione sempre più difficoltosa;
  • contorni meno precisi e definiti;
  • perdita di nitidezza nella percezione dei colori.

Un quadro generale che può portare il giovane paziente ad avere serie difficoltà nella vita di tutti i giorni, nello sport come nelle attività lavorative e di studio, fino a pregiudicarne l’autostima e predisponendo alla depressione.

Cataratta giovanile: cause

La cataratta in età matura è da imputarsi ad un generale processo di invecchiamento cellulare. Non è la stessa cosa, però, per la cataratta giovanile.

In questo caso, la cataratta può fare la sua comparsa intorno ai 40 anni, e le cause possono essere diverse:

  • un trauma o un incidente;
  • malattie sistemiche, come per esempio il diabete;
  • una patologia oculare già presente, come l’uveite o il glaucoma;
  • l’esposizione eccessiva a raggi ultravioletti o infrarossi;
  • la dermatite atopica (che, ricordiamo, può causare anche il cheratocono);
  • una miopia particolarmente elevata;
  • l’assunzione di dosi particolarmente alte di farmaci cortisonici, protratta a lungo nel tempo.

Come si diagnostica la cataratta giovanile

La cataratta giovanile si diagnostica attraverso una visita oculistica accurata, che includa una serie di test visivi orientati alla valutazione dello stato di salute degli occhi con particolare riferimento al cristallino. Non dimentichiamo che l’oculista è uno specialista dal quale bisognerebbe recarsi con una certa frequenza nell’arco della propria vita, così da evitare il peggioramento di alcune patologie oculari più facilmente risolvibili se diagnosticate per tempo. La cataratta è una di queste, ma ve ne sono anche molte altre, come il glaucoma o il cheratocono.

Come si cura la cataratta giovanile

La cataratta giovanile si cura con un intervento che consente di sostituire il cristallino opacizzato con uno del tutto nuovo, perfettamente trasparente e ben tollerato. L’intervento si effettua una volta sola, perché i moderni cristallini artificiali non necessitano di essere sostituiti nell’arco della vita del paziente.

Inoltre, nel caso di una cataratta giovanile associata ad una miopia forte, l’intervento di sostituzione del cristallino consente di ovviare a più problemi contemporaneamente, ottenendo una correzione chirurgica della miopia coerente con l’entità del difetto del paziente. Se si considera che intorno ai 40 anni, quando la cataratta giovanile fa generalmente la sua comparsa, la miopia ha ormai raggiunto una sua stabilità e difficilmente tende a peggiorare, si comprenderà che l’intervento ha un duplice effetto positivo sulla qualità di vita del paziente.

Guarda il video in cui la nostra paziente, Olga, racconta della sua esperienza con Neovision:

In cosa consiste l’intervento per curare la cataratta giovanile?

L’intervento prende il nome di facoemulsificazione, ma lo sentirete nominare anche con il nome di femtocataratta. Uno speciale strumento ad ultrasuoni consente di frantumare il cristallino opacizzato, che viene sostituito con uno perfettamente nuovo che può anche avere un potere diottrico mirato per le esigenze del paziente. L’intervento viene eseguito, nei centri d’eccellenza come Neovision, senza l’ausilio di lame o bisturi, grazie al laser a femtosecondi. Non richiede punti di sutura né bendaggi, dura pochi minuti ed è totalmente indolore, grazie a poche gocce di collirio anestetico.

Cataratta giovanile: come prevenirne l’insorgenza

Un consiglio generale, che vale un po’ per tutte le patologie è quello di amare se stessi ed aver cura del proprio organismo. Avere uno stile di vita equilibrato, poco dedito agli eccessi, alimentandosi correttamente e introducendo nella propria dieta quotidiana frutta e verdura di stagione e molta acqua: questa è sicuramente un’ottima strategia per stare alla larga da diverse patologie. E’ anche importante trascorrere molto tempo all’aria aperta e praticare sport.

Vuoi prenotare una visita?

Se hai necessità di prenotare una visita o hai bisogno di informazioni, siamo a tua disposizione. Chiamaci dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 19.00 allo 02 3031 7600, oppure scrivici:



Miopia e Astigmatismo: correzione laser FemtoLASIK e lenti ICL

I difetti visivi come miopia e astigmatismo possono, a lungo andare, condizionare negativamente la vita sociale, lavorativa, e affettiva di chi li ha. Miopia e astigmatismo possono essere corretti definitivamente grazie al laser e alla tecnica FemtoLASIK, anche contemporaneamente. In caso invece di miopia elevata, miopia grave o astigmatismo elevato, si può ricorrere alle lenti ICL. Un colloquio con l’oculista ed una visita specialistica approfondita ti saranno utili per capire quale intervento sia il più adatto ai tuoi occhi, e per fugare ogni eventuale dubbio sulle caratteristiche dell’intervento stesso.

Miopia e astigmatismo lievi e medi si risolvono con un unico intervento laser

Miopia e astigmatismo sono due difetti visivi dalle caratteristiche ben diverse, ma che spesso possono presentarsi insieme. La miopia porta a vedere male gli oggetti posti in lontananza. Per astigmatismo, invece, si intende una difficoltà generale nella messa a fuoco degli oggetti, i cui contorni appaiono poco definiti e talvolta allungati. Un soggetto miope può essere anche astigmatico, e viceversa. L’intervento laser che consente di correggere definitivamente miopia ed astigmatismo di grado lieve e medio, in un’unica soluzione, prende il nome di FemtoLASIK.

FemtoLASIK: cos’è e quando è indicata per astigmatismo e miopia

La tecnica FemtoLASIK sfrutta tecnologia laser di ultima generazione. I laser che entrano in gioco durante l’intervento sono due. Il laser a femtosecondi, super preciso e totalmente controllabile dal chirurgo, permette al laser ad eccimeri di andare a rimodellare la parte più interna della cornea in tutta sicurezza, per poter così correggere definitivamente miopia e astigmatismo.

L’intervento con tecnica FemtoLASIK può essere risolutivo nel caso di un astigmatismo lieve, medio o forte in concomitanza con una miopia fino alle 7 diottrie. L’intervento presenta numerosi vantaggi:

  • nessun ricovero: l’intervento ha una durata di pochi minuti e viene eseguito in regime ambulatoriale
  • nessun bendaggio: dopo l’intervento sarà sufficiente coprire gli occhi con un buon paio di occhiali da sole
  • niente punti di sutura: grazie all’innovativo laser a femtosecondi, non sono necessari punti di sutura
  • nessun dolore: l’intervento non prevede l’uso di strumenti taglienti, ma solo di laser ad impulsi luminosi
  • rapido recupero visivo: guarigione e recupero visivo sono molto rapidi

Lenti ICL: quando le lenti intraoculari sostituiscono il laser

In Neovision, la visita oculistica FREEDOM è grado di valutare molto scrupolosamente l’idoneità dei tuoi occhi all’intervento laser. Ad esempio, in alcuni casi sarà da preferire la tecnica laser chiamata PRK.

Lenti intraoculari ICL: cosa sono

In caso di difetto visivo molto elevato, invece, o nel caso in cui lo spessore della cornea non sia idoneo al laser, si potrà valutare l’inserimento di una lente intraoculare ICL, anche detta lente fachica. Le ICL sono lenti intraoculari di ultimissima generazione, minuscole, totalmente trasparenti e biocompatibili.

Lenti intraoculari ICL - Neovision Cliniche Oculistiche

Queste lenti, dotate anche di filtro UV, vengono impiantate immediatamente dietro l’iride e garantiscono risultati eccellenti anche in caso di difetti visivi gravi.

Sostituzione del cristallino, come per la cataratta

Se l’età lo suggerisce, sarà anche possibile optare per la facoemulsificazione e la sostituzione del cristallino naturale con uno artificiale e completamente biocompatibile: lo stesso tipo di intervento a cui ricorre chi è affetto da cataratta. 

Tutte queste soluzioni chirurgiche sono svolte senza liste d’attesa e con la migliore strumentazione disponibile. La procedura è sempre molto breve e indolore, grazie a poche gocce di collirio anestetico.

Vuoi saperne di più?

Se vuoi risolvere uno o più difetti visivi concomitanti, e se desideri conoscere più da vicino la tecnica FemtoLASIK e le lenti ICL, chiama dal lunedi al venerdi allo 02 3031 7600 e prenota la tua visita oculistica specialistica FREEDOM firmata Neovision: il primo passo verso la libertà dei tuoi occhi.

Visita oculistica metasalute - Neovision è oculista convenzionato metasalute

Cerchi un oculista convenzionato Metasalute e/o una visita oculistica Previmedical? Sei nel posto giusto. Con il fondo sanitario dei lavoratori del CCNL Metalmeccanico, infatti, avere accesso ad una visita oculistica in convenzione è semplice. I lavoratori iscritti a Previmedical o al Fondo Metasalute, infatti, hanno la possibilità di accedere a strutture modernissime nelle quali il paziente è al centro. Uno staff competente e attento, in aggiunta ad una strumentazione avanzata. Tutto questo fa di Neovision l’eccellenza, anche per una visita oculistica Metasalute o una visita oculistica Previmedical.

Visita oculistica Metasalute e visita oculistica Previmedical

Le convenzioni Previmedical e Metasalute con Neovision Cliniche Oculistiche sono attive per i seguenti servizi:

Oculista convenzionato Metasalute e Previmedical – VISITE OCULISTICHE

  • Visita oculistica in convenzione
  • Esami oculistici specialistici

Oculista convenzionato Metasalute e Previmedical – CHIRURGIA OCULARE

Previmedical e Metasalute oculista: cosa include il mio piano?

Previmedical ed il fondo Metasalute comprendono diverse tipologie di piani che comportano, quindi, differenti coperture.

Consigliamo di verificare direttamente con i fondi le condizioni del proprio piano su fondometasalute.it e su previmedical.it. Così si potrà avere la certezza sulla copertura delle prestazioni. Visite oculistiche, esami oculistici, interventi laser o interventi di cataratta.

In particolare, coperture, franchigie e modalità di accesso alle prestazioni non dipendono da Neovision, ma dalle coperture previste dal proprio piano.

Visita oculistica Metasalute | Come accedere al Fondo Sanitario?

Le modalità di accesso alle prestazioni del tuo oculista convenzionato Metasalute, sono di due tipi:

  • Assistenza Sanitaria Diretta
  • Assistenza Sanitaria Indiretta o Rimborsuale

Vuoi effettuare una visita oculistica Metasalute? Segui pochi e semplici passaggi:

  1. In primo luogo, prenota la visita oculistica allo 02 3031 7600
  2. Quindi, richiedi al medico di base la prescrizione (comprensiva della sospetta diagnosi)
  3. A questo punto, accedi al portale o chiama il tuo Fondo e comunica:
    • Data e ora dell’appuntamento
    • Ragione Sociale della struttura scelta. Neovision Due Srl per la Clinica di Corso Vercelli. Neovision Tre Srl per la Clinica di via Procaccini
    • Nome del medico, che ti comunicheremo noi in fase di prenotazione
    • Dicitura della prestazione
  4. Infine, vieni in clinica il giorno dell’appuntamento. Non è necessario portare con te la prescrizione medica.

Contattaci

Per informazioni sul tuo oculista convenzionato Metasalute o per prenotare una visita, chiamaci subito allo 02 3031 7600, oppure scrivici!


Laser occhi: PRK e FemtoLASIK - Neovision Cliniche Oculistiche

 Risolvere in modo permanente miopia, astigmatismo, ipermetropia e presbiopia è possibile. Questo grazie ad un intervento che ormai è sicuro e veloce. Le tecniche disponibili, come PRK, LASIK e FemtoLASIK garantiscono il raggiungimento dell’obiettivo prefissato. Vedere bene senza occhiali è possibile.

Chi sceglie di fare il trattamento laser occhi?

  • Giovanissimi che vogliono vivere ogni esperienza senza doversi costantemente porre il problema degli occhiali (risparmiando notevolmente su un futuro di cambi occhiali e lenti);
  • Chi non ha mai portato occhiali e, intorno ai 40 anni è costretto a doverli portare dalla presbiopia, ma ne farebbe volentieri a meno.
  • Miopi, astigmatici e ipermetropi che sono stanchi di vedersi allo specchio con gli occhiali o che vogliono rendersi indipendenti dagli occhiali.

Una cosa li accomuna tutti. Ed è l’esclamazione che fa ogni paziente dopo l’intervento:

“Avrei dovuto farlo prima”!

Laser occhi e idoneità: puoi fare l’intervento?

L’idoneità all’intervento laser per la correzione dei difetti visivi è subordinata ad un’approfondita visita oculistica, che noi chiamiamo FREEDOM e nella quale vengono eseguiti numerosi esami che permettono al medico oculista di valutare con estrema precisione la fattibilità di un intervento laser.

Solo i pazienti che hanno le caratteristiche giuste possono essere operati, e questa valutazione può essere fatta solo da un medico oculista.

Laser occhi: PRK

La PRK è una tecnica di intervento che si esegue con il laser ad eccimeri. Con la PRK, la cornea viene rimodellata esternamente. In questo modo, si va a correggere la messa a fuoco secondo le esigenze del paziente. Al termine dell’intervento, l’occhio viene protetto con una speciale lente a contatto terapeutica. Dopo alcuni giorni, il paziente può tornare alle sue consuete attività e cominciare ad apprezzare l’esito dell’intervento e la sua nuova capacità visiva.

Laser occhi: FemtoLASIK

La tecnica chiamata FemtoLASIK prevede l’utilizzo di due tipologie di laser: il laser a femtosecondi ed il laser ad eccimeri. Con il laser a femtosecondi viene aperto il flap, una sorta di finestrella sulla cornea, che permette al chirurgo di lavorare sulla parte sottostante con il laser ad eccimeri, rimodellando opportunamente la cornea e correggendo così il difetto visivo. Al termine di questa fase, il flap viene riposizionato nella sua sede senza necessità di punti di sutura.

Piacersi di più o non avere più fastidi: non importa la motivazione

Noi ti aiutiamo a vedere bene

Molte persone amano portare gli occhiali: si sentono a loro agio e bellissime, grazie anche a montature sempre più particolari e alla moda. Per molti, invece, non è così: c’è chi ha bisogno di sentirsi libero di non dover portare sempre con sé gli occhiali. Di potersi alzare dal letto senza dover cercare per minuti, a volte ore, gli occhiali appoggiati nel posto sbagliato. Ci sono persone alle quali mancano poche diottrie e che vedono gli occhiali come un fastidio. Poi c’è chi ha solo voglia di vedersi più bello e preferisce guardarsi senza un filtro.

Qualunque sia la motivazione, noi ti aiutiamo a raggiungere il tuo obiettivo.

Vuoi saperne di più?

Vuoi conoscere più da vicino le tecniche utilizzate per eseguire l’intervento laser per difetti visivi? Clicca qui, oppure chiamaci dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 19.00 allo 02 3031 7600.

Lenti intraoculari ICL - Neovision Cliniche Oculistiche

Non tutti sono idonei alla chirurgia laser dei difetti visivi. Oggi, fortunatamente, esistono le lenti intraoculari ICL (o lenti fachiche): una valida alternativa per chi desidera raggiungere l’indipendenza dagli occhiali, ma i cui occhi non possono sottoporsi al più noto intervento laser per la correzione di miopia, astigmatismo ed ipermetropia. Conosciamo più da vicino caratteristiche e vantaggi delle lenti intraoculari ICL.

Cosa sono le lenti intraoculari ICL

Le lenti intraoculari ICL sono progettate per correggere efficacemente la miopia da lieve a elevata, l’astigmatismo e l’ipermetropia.

Difetti visivi correggibili con le lenti intraoculari ICL

  • miopia da lieve a elevata (da -0,5 a -20,0 diottrie)
  • ipermetropia da lieve a grave (da +0,5 a +10,0 diottrie)
  • astigmatismo da 0,5 a 6,0 diottrie.

Lenti intraoculari ICL - Neovision Cliniche Oculistiche

Le ICL di ultima generazione sono piccole lenti molto flessibili, realizzate in un innovativo materiale a base di collagene. Per questo motivo, sono altamente biocompatibili e sicure. Sono simili ai cristallini artificiali usati per la cura della cataratta, ma anziché sostituire il cristallino, queste speciali lenti intraoculari sono impiantate dietro l’iride. La procedura per l’impianto è breve e totalmente indolore. Si tratta di lenti totalmente invisibili, che non provocano alcun fastidio.

Non solo chirurgia laser

Come detto in apertura, gli occhi di alcune persone non sono adatti alla chirurgia laser. Oppure, può capitare che il laser non basti, da solo, a risolvere difetti visivi di entità particolarmente marcata.

La cornea, infatti, può presentare alcune caratteristiche morfologiche per le quali non è possibile eseguire un intervento laser per la correzione dei difetti visivi. Qualora la non idoneità alla chirurgia laser sia data, per esempio, da un tessuto corneale troppo sottile, è possibile ugualmente ottenere la correzione desiderata con l’ausilio delle lenti ICL. Analogamente, un paziente affetto da miopia elevata (da -5,0 a -20,0 diottrie), potrà ricorrere alle lenti impiantate chirurgicamente in abbinamento ad un intervento laser (con tecnica PRK, Lasik o FemtoLASIK).

Quando ricorrere alle lenti intraoculari ICL

Le ICL rappresentano oggi la risposta ad una vasta gamma di persone alla ricerca di una eccellente e sicura alternativa alla chirurgia laser. Analogamente a quanto accade nella chirurgia laser, anche nel caso dell’intervento per l’impianto di lenti intraoculari è fondamentale che il difetto visivo abbia raggiunto una sua stabilità nel tempo. Per questo motivo, solitamente l’intervento non è consigliato ai pazienti in età evolutiva (al di sotto dei 20 anni) o con un difetto visivo ancora instabile.

ICL: caratteristiche e benefici delle lenti fachiche

Oltre a correggere efficacemente miopia, ipermetropia ed astigmatismo, le moderne lenti fachiche (così sono anche chiamate le ICL) offrono anche altri benefici: 

  • sono dotate di un filtro UV che ripara gli occhi dall’azione dannosa delle radiazioni solari;
  • donano una migliorata qualità visiva generale, anche in condizioni di poca luminosità;
  • realizzate in un innovativo materiale biocompatibile, si integrano perfettamente con la composizione chimica delle strutture oculari;
  • la procedura non innesca occhio secco;
  • sono impercettibili ed invisibili.

Come si svolge l’intervento

L’impianto di lenti ICL dura pochi minuti. Si esegue previa somministrazione di un collirio anestetico ed è totalmente indolore. L’incisione è dell’ordine di qualche millimetro, non prevede punti di sutura ed il recupero post operatorio è veloce: il paziente torna alle sue attività quotidiane e comincia ad apprezzare i benefici dell’intervento nel giro di qualche giorno appena.

Desideri maggiori informazioni?

Desideri renderti indipendente dall’uso degli occhiali da vista o delle lenti a contatto? Non sei idoneo alla chirurgia laser o soffri di una miopia forte? Prenota una visita oculistica in Neovision telefonando allo 02 3031 7600 dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 19.00. In alternativa, compila il modulo sottostante. Saremo lieti di prenderci cura della tua salute visiva.