Quando si parla di bambini ammaccature, lividi e ginocchia “sbucciate” sono all’ordine del giorno. E non vi è mamma che non abbia dovuto improvvisarsi infermiera nelle occasioni più inaspettate. Ma cosa accade quando invece ci si trova di fronte ad un trauma oculare? Ecco alcuni consigli utili per fronteggiare un trauma oculare del bambino senza farsi prendere dal panico e senza compiere azioni poco ponderate. 

Cause dei traumi oculari pediatrici

Il primo consiglio che vi diamo è forse il più scontato: controllate sempre che i vostri figli non giochino o non abbiano a portata di mano oggetti particolarmente appuntiti o liquidi caustici. Tuttavia, anche laddove i bambini non abbiano a portata di mano oggetti contundenti o sostanze chimiche pericolose, un trauma oculare può essere il risultato anche di un momento di gioco particolarmente concitato oppure di una caduta in ambiente domestico.

Tipologie di traumi oculari pediatrici

I traumi oculari pediatrici si possono suddividere in due grandi categorie: le contusioni ed i traumi perforanti. Entrambe le tipologie non vanno in alcun modo sottovalutate, perché un trauma oculare può condurre anche a problemi visivi di una certa rilevanza.

Traumi da contusione

Un trauma da contusione può essere causato da una pallonata, da una caduta dalla bicicletta, ma anche da un corpo estraneo, come della sabbia. In tutti questi casi l’occhio può gonfiarsi anche notevolmente ed il bambino può provare un dolore anche piuttosto intenso. Come primo soccorso, è consigliabile di mettere del ghiaccio per ridurre il gonfiore e somministrare del paracetamolo come eventuale rimedio antidolorifico. Se non avete ancora consultato un medico, non fate nulla di più. E’ bene invece recarsi quanto prima al pronto soccorso se la situazione appare più seria e preoccupante, per esempio in presenza di alcuni dei seguenti sintomi:

  • il bambino non riesce ad aprire l’occhio o alzare lo sguardo;
  • il bambino vede doppio o gli gira la testa;
  • se si vede un importante spandimento di sangue in corrispondenza della cornea

Leggi anche: giochi a basket? Attenzione agli occhi!

Traumi perforanti

Oltre ai traumi da contusione, vi sono anche, come accennato, i traumi perforanti. In tal caso non perdete tempo e portate il bambino immediatamente al pronto soccorso più vicino, dove riceverà le cure mediche necessarie e gli eventuali punti di sutura.

Causticazioni oculari

Un capitolo a parte è dedicato alle causticazioni oculari, ovvero ai traumi derivanti dal contatto con sostanze chimiche irritanti. In tal caso, sciacquate l’occhio del bambino con acqua corrente fresca per qualche minuto, dopodiché recatevi al pronto soccorso. Non applicate pomate o colliri di vostra iniziativa, né cercate di aprire l’occhio forzatamente qualora questo fatichi ad aprirsi.

Neovision non effettua servizio di pronto soccorso, ma ha ideato un percorso diagnostico approfondito adatto ai bambini: FOR KIDS è la visita oculistica specialistica di Neovision pensata proprio per la salute oculare dei più piccoli. Per prenotare chiama dal lunedi al venerdi dalle 9.00 alle 19.00 allo 02 30317600.