San Lorenzo: tutti con gli occhi al cielo

San Lorenzo - Neovision Cliniche Oculistiche

La notte di San Lorenzo è giunta anche quest’anno, e con essa la voglia di stare tutti con il naso all’insù ad ammirare le stelle per scovare quella che, cadendo, forse ci aiuterà a realizzare il nostro desiderio.

Ma ci siamo mai chiesti a quanti sforzi sottoponiamo tutto l’anno i nostri occhi?

Siamo proprio certi di non esagerare nemmeno un po’? E, soprattutto, siamo certi di prenderci davvero cura di noi stessi e del senso che più di ogni altro ci mette in comunicazione con il mondo, proprio come dovremmo?

Insomma, questa serata in cui chiederemo ai nostri occhi uno sforzo in più, aguzzando la vista con maggiore intensità, per concederci di esprimere piccoli e grandi desieri, potrebbe anche rivelarsi l’occasione per riflettere un momento sulla frenesia della nostra esistenza. E sulla necessità, ogni tanto, di fare una pausa e dedicarsi qualche attenzione in più. Per godersi lo spettacolo in tutta la sua bellezza e, perchè no, evitare di prendere lucciole per lanterne!

Suona la sveglia, ed i nostri occhi sono già al lavoro…

La nostra stanza è ancora semibuia ma da un angolo di una persiana socchiusa filtrano già le prime luci del giorno. La sveglia suona all’improvviso, segno che la nostra giornata sta per avere inizio. Sono situazioni comuni. Ma abbiamo mai provato a metterci nei panni dei nostri occhi? Già al mattino, il repentino passaggio dal buio alla luce, uno sguardo rapido alla sveglia e poi subito un’occhiata curiosa al cellulare. Le prime notifiche ci fanno compagnia mentre la moka ci regala il primo caffè della giornata. Da quel momento, le ore scorrono veloci, tra le mille cose da fare: lavoro, computer, e poi ancora un giornale, il traffico… Lo smartphone sempre sottomano, alleato indispensabile per organizzare, gestire, commentare e rivivere i nostri momenti sia privati che lavorativi.

150 sguardi solo per lo smartphone. E il resto?

I nostri occhi, dunque, sono lavoratori davvero instancabili. Specie nell’era del digitale. Avete un’idea di quante volte al giorno consultate il vostro smartphone? Ve lo diciamo noi. Notifica dopo notifica, messaggio dopo messaggio, la media è di 150 volte al giorno. Un numero davvero impressionante, specie se si considera che oltre al lavoro svolto per la consultazione dello smartphone, ai nostri occhi chiediamo davvero molto di più. Dall’alba al tramonto, luci, distanze, situazioni, oggetti in movimento davanti a noi si alternano e si moltiplicano senza sosta. Ai nostri occhi chiediamo efficienza e rapidità. Ma non sarà il caso di concedergli qualche attenzione in più? Probabilmente sì.

E allora, stasera, relax sotto le stelle: ma da domani la prevenzione è al primo posto!

Insomma, il consiglio che vi diamo è quello di aver cura dei vostri occhi. Meno device elettronici, meno frenesia, e qualche controllo in più. Perché fare prevenzione, a qualunque età, non è uno sfizio, ma una necessità. Un vero e proprio investimento che facciamo per garantirci una vista sana ed efficiente anno dopo anno. Per regalarci tutto il piacere di godere della magia dello spettacolo di San Lorenzo come fossimo bambini. E davvero, non scambiare lucciole per lanterne.

Chiamaci

Stasera goditi le stelle. Ma domani, fai un regalo ai tuoi occhi. Concedigli le attenzioni che meritano. Chiamaci dal lunedi al venerdi dalle 9.00 alle 19.00 allo 02 30317600.