Meraviglie della vista | Età degli occhi: sono molto, molto antichi

Qual è l’età degli occhi?

Gli occhi hanno parecchi anni. Più o meno, 550 milioni. Tanto ci è voluto, affinché l’occhio animale si evolvesse nelle sue diverse forme attuali (inclusa quella umana) a partire da quello che fu un semplice, minuscolo fotorecettore. L’evoluzione dell’occhio sembra essere passata attraverso oltre 1800 piccoli cambiamenti, che hanno portato in circa mezzo miliardo di anni ad un costante miglioramento della qualità visiva, fino a quella attuale.

Perché abbiamo gli occhi?

Gli occhi si sono evoluti per rispondere al meglio alle necessità delle singole specie.

La vita sulla Terra è talmente collegata all’energia del Sole che quasi tutti gli organismi viventi hanno sviluppato sistemi per rilevare la luce e reagire ad essa. Lo sviluppo della percezione della luce e successivamente della capacità visiva ha permesso alle diverse forme di vita del nostro pianeta di sfruttarla per sopravvivere ed evolversi ulteriormente: la vista permette alle prede di sfuggire ai predatori, e viceversa ai predatori di individuare le prede. Alcuni organismi possono vivere solo nell’oscurità: percepire la luce permette loro di sfuggirle, e così via. Circa il 96% degli animali della Terra è dotato di occhi.

Fonti: Genetic Science Learning Center. (2013, July 1) Eye Evolution. Retrieved February 05, 2017, from http://learn.genetics.utah.edu/content/selection/eye/

Un bel video che spieghi la nascita e l’evoluzione dell’occhio si può trovare in questo estratto dal documentario Cosmos, A Spacetime Odissey.