Intervento di Cataratta: quando i figli sostengono i genitori

intervento di cataratta - Neovision Ciniche Oculistiche

Diventare adulti significa anche cominciare a prendersi cura dei propri genitori proprio come loro hanno fatto con noi. Un impegno che si traduce in attenzione verso le loro esigenze del quotidiano, ma anche nello star loro vicini in occasione di eventi particolari, come visite mediche o piccoli interventi. Tra questi troviamo anche l’intervento di cataratta. Ne abbiamo parlato con Luisa, la figlia di un nostro paziente che si è sottoposto all’intervento.

Luisa, come ha saputo che suo papà soffriva di cataratta?

Mio padre è sempre stato un uomo vivace, attivo, pieno di interessi ed energie. Da quanto è andato in pensione, le sue giornate sono scandite da diverse attività. Nonostante il suo forte senso di indipendenza lo vado a trovare quasi ogni giorno, per fargli un po’ di compagnia e per assicurarmi che sia tutto a posto. Con l’andare del tempo mi sono accorta che la sua vista era peggiorata. Non posso dire che non vedesse affatto, ma notavo che si strofinava spesso gli occhi, lamentava di avere difficoltà a scendere le scale per uscire di casa (nonostante non abbia problemi di tipo motorio), non si sentiva più sicuro nel mettersi alla guida.

Ho proposto di accompagnarlo dal medico, che ci ha consigliato di programmare una serie di controlli, tra cui anche quello oculistico. E’ in quell’occasione che siamo venuti a conoscenza del fatto che mio padre soffriva di cataratta.

Come ha vissuto suo padre l’intervento di cataratta?

Mio padre per fortuna è sempre stato bene e non ha mai avuto particolari problemi di salute, nonostante i suoi 72 anni. L’idea dell’intervento lo spaventava un po’, sia perché era una novità che non aveva mai preso in considerazione, sia perché non aveva idea di come si sarebbe svolto. Temeva soprattutto di trovarsi da solo in chissà quale sala operatoria e di sentire dolore. L’ho visto fragile, una veste nuova per lui, e mi ha fatto molta tenerezza.

Come è andato l’intervento di cataratta?

Ci siamo rivolti a Neovision perché ne avevamo già sentito parlare tramite amici e loro avevano avuto un’esperienza molto positiva. L’aspettativa non è stata affatto delusa. L’ambiente è molto professionale ma al contempo amichevole. Mio padre si è sentito subito a suo agio, e devo dire anche io. Il chirurgo che ha visitato papà è stato molto gentile e gli ha spiegato nei dettagli che cos’è la cataratta, lo stato di salute dei suoi occhi e tutte le fasi dell’intervento. Poi, il giorno dell’intervento, anche il personale si è mostrato molto sensibile e papà non è mai stato lasciato solo: un aspetto che ho molto apprezzato.

Oggi come sta suo papà?

Benissimo! Ha recuperato in pieno la sua capacità visiva, ed è ancora più attivo di prima. L’intervento, oltre a portare beneficio ai suoi occhi, ha rappresentato anche un vero infuso di energia e voglia di fare.

Per saperne di più

Per maggiori informazioni o per prenotare LUCE E COLORI, la visita oculistica specifica per la cataratta, chiamaci dal lunedi al venerdi dalle 9.00 alle 19.00 allo 02 3031 7600.