Congiuntivite: conosciamo meglio questo disturbo

congiuntivite: di che si tratta, alcuni consigli

La congiuntivite è un disturbo dell’occhio tutto sommato abbastanza comune. Capita a tutti, prima o poi, di svegliarsi una mattina con la sensazione di avere un occhio appiccicoso, gonfio e leggermente dolorante. Ma che cos’è esattamente la congiuntivite? Come si manifesta? E soprattutto, come si risolve? A voi tutte le risposte. 

Che cos’è la congiuntivite e come si manifesta?

La congiuntivite è un’infiammazione della congiuntiva, una delicata membrana che ricopre la sclera dell’occhio, ovvero la parte bianca, e la parte interna della nostra palpebra. Quando la congiuntiva si infiamma, l’occhio si arrossa, è leggermente dolente, si prova la sensazione di avere un corpo estraneo e soprattutto di avere l’occhio appiccicoso. Quest’ultima sensazione è dovuta alla secrezione che viene prodotta quando la congiuntiva si infiamma. Nella sua forma acuta, la congiuntivite, se opportunamente trattata, dura un giorno o due. Diverso è il caso della forma cronica, per esempio quando essa è associata ad un’allergia: in questo caso il decorso può essere più lungo. In entrambi i casi è fondamentale rivolgersi al medico, e seguire le indicazioni che egli fornirà.

Che cosa può scatenare una congiuntivite?

La congiuntivite può essere causata da diversi fattori. I più comuni sono

Quelli di tipo ambientale, come ad esempio un colpo di vento, l’esposizione eccessiva al sole, lo smog. Nel 2011 il British Journal pubblicava uno studio nel quale indicava lo smog come uno dei fattori scatenanti di una serie di disturbi oculari nei bambini, tra cui la congiuntivite, definita allora “congiuntivite urbana”.

Le allergie: in questo caso è l’allergene a scatenare la congiuntivite (sarà bene approfondire l’argomento non solo con un oculista, ma anche con un allergologo, per definire le cause della reazione e prendere i provvedimenti adeguati. Fonte: www.eyeworld.org).

Cosmetici, prodotti per il make up, fragranze: alcuni prodotti, soprattutto se mal conservati o aperti da lungo tempo, possono contenere sostanze irritanti per i nostri occhi.

Virus o batteri: la congiuntivite può anche avere una causa virale o batterica. Quella virale è quella causata, per fare un esempio, dal raffreddore.

Come si risolve la congiuntivite?

In presenza di congiuntivite, è sempre bene rivolgersi al proprio medico oculista. Sarà lui a stabilirne esattamente le cause ed a prescrivere la cura corretta. Ogni congiuntivite, infatti, ha la sua cura specifica: se nel caso di una congiuntivite batterica può rendersi necessario l’uso di un collirio o di una pomata di tipo antibiotico, nel caso di una congiuntivite causata da un’allergia, potrebbe essere sufficiente un prodotto di tipo antistaminico. Evitiamo sempre il fai da te, e chiediamo un consiglio al medico, così da evitare di peggiorare lo stato di salute dell’occhio e così da risolvere il problema quanto prima.

Alcuni consigli di indole generale

Nonostante quanto detto sopra, ecco qualche consiglio di indole generale per chi dovesse soffrire di congiuntivite:

  • non toccatevi gli occhi con le mani
  • pulite l’occhio infetto con una garzina sterile imbevuta di acqua bollita ed intiepidita
  • gettate la garzina prima di pulire l’altro occhio, per non trasferire la congiuntivite dall’occhio malato all’occhio sano
  • usate sempre salviette ed asciugamani personali e puliti
  • indossate un occhiale da sole quando uscite di casa, per proteggere l’occhio infiammato dalla luce eccessiva e dagli agenti atmosferici

Vuoi saperne di più? Chiamaci subito!

Siamo a tua disposizione: chiamaci subito allo 02 3031 7600 dal lunedi al venerdi.