Ultimo aggiornamento – 11/05/2020

CORONAVIRUS: VARIAZIONE APERTURA SEDI

CORONAVIRUS: Come misura cautelativa di contenimento del virus, le aperture delle cliniche Neovision subiranno variazioni.

Per prenotazioni e per qualsiasi informazione, contattaci allo 02 3031 7600 dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 18.00, oppure via email scrivendo a info@neovision.eu.

Alle normali e scrupolose regole di igiene che già adottavamo, abbiamo implementato nuove ed efficienti misure di sicurezza per tutelarti ancora di più durante la visita oculistica.

16/03/2020

CORONAVIRUS: CHIUSURA SEDI

CORONAVIRUS: Neovision ha disposto la chiusura delle proprie sedi dal 18 al 25 marzo, come misura cautelativa di contenimento del virus.

Per prenotazioni successive al 25 marzo e per qualsiasi informazione, le nostre linee restano attive allo 02 3031 7600 dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 18.00 e siamo raggiungibili anche via email, scrivendo a info@neovision.eu.

Saremo pronti ad accogliervi nuovamente presso le nostre cliniche, sempre con il sorriso.

12/03/2020

CORONAVIRUS: APERTURE RIDOTTE

CORONAVIRUS – DPCM 11 marzo 2020
Aperture ridotte

Informiamo i Sigg.ri pazienti che Neovision ridurrà le aperture delle proprie sedi per ridurre i rischi di contagio da Coronavirus. Ci scusiamo per i disagi che ciò potrà arrecare. Cercheremo comunque di garantire i servizi necessari ai pazienti con particolari necessità che valuterà lo staff di volta in volta.

Qui è possibile scaricare il modulo di autocertificazione per gli spostamenti:

Ricordiamo che Neovision applica tutti i principi di massima protezione per la tutela di medici e pazienti.
I dispositivi di protezione sono disponibili anche per i signori pazienti.

Neovision informa che tutti gli esami oculistici verranno effettuati senza contatto fisico tra strumenti e occhio e tra personale e pazienti.

Invitiamo i signori pazienti che avessero sintomi influenzali a contattare il nostro centralino per riprogrammare l’appuntamento, chiamando lo 02 3031 7600. Invitiamo inoltre i nostri pazienti a considerare le ordinanze regionali ed i decreti governativi, consultabili cliccando qui.