In vacanza con l’occhio secco? Ecco alcuni consigli preziosi

partire in vacanza con l'occhio secco, precauzioni

Se soffri di sindrome dell’occhio secco e stai per recarti in vacanza, potresti andare incontro a qualche momento spiacevole, dovuto al cambio di ambiente e di abitudini quotidiane. Ecco qualche consiglio prezioso per godere appieno della tua vacanza prendendoti cura del tuo delicato apparato visivo anche quando ti trovi lontano da casa. 

Sindrome dell’Occhio Secco: di cosa si tratta?

Prima di approfondire il tema della connessione tra occhio secco e vacanze, vale la pena di spendere due parole in merito a questa sindrome, così comune eppure non sempre conosciuta: non a caso, l’Organizzazione Mondiale della Sanità definisce la Sindrome dell’Occhio Secco “uno dei più ignorati e sottovalutati disturbi della società moderna”. La Sindrome dell’Occhio Secco è dovuta ad un’alterazione del film lacrimale che naturalmente protegge il nostro apparato visivo da agenti esterni quali luce e corpi estranei. Se la lubrificazione oculare non è corretta, il paziente andrà incontro a sintomi fastidiosi quali fotofobia, sensazione di corpo estraneo nell’occhio, bruciore, prurito. La Sindrome dell’Occhio Secco colpisce prevalentemente le donne al di sopra dei 40-45 anni.

Quali sono gli ambienti che possono mettere in difficoltà il viaggiatore con Sindrome dell’Occhio Secco?

Se tenere sotto controllo la Sindrome dell’Occhio Secco mentre si è a casa può sembrare tutto sommato facile e routinario, in viaggio si rischia di andare incontro a sintomi più accentuati del solito, complice il cambio di ambiente e di clima. Se viaggiate in automobile o in aereo, tenete presente che l’aria condizionata di questi veicoli rende l’aria particolarmente secca: le lacrime artificiali vi aiuteranno a tenere i vostri occhi ben lubrificati. Se state per affrontare un viaggio in aereo particolarmente lungo, portate con voi o richiedete agli assistenti di volo una mascherina protettiva per gli occhi. Nel caso di soggiorni lunghi in albergo, analogamente, l’aria condizionata e le polveri che si annidano su tendaggi e moquette possono esercitare un’azione irritante sul vostro delicato apparato visivo: procuratevi un piccolo umidificatore d’aria ed arieggiate la stanza frequentemente.

Come partire sereni nonostante la Sindrome dell’Occhio Secco?

La Sindrome dell’Occhio Secco non è una patologia invalidante e naturalmente è più che lecito organizzare qualche giorno di vacanza. Tuttavia, al fine di non rendere le vacanze difficoltose e poco gradevoli, è bene mettere in atto dei provvedimenti per proteggere e lubrificare adeguatamente gli occhi anche quando si è lontani da casa.

Ecco alcuni consigli per chi parte in vacanza con la Sindrome dell’Occhio Secco:

  1. Porta sempre con te le lacrime artificiali
  2. Evita l’uso di lenti a contatto
  3. Usa gli occhiali da sole: poiché chi soffre di Sindrome dell’Occhio Secco è particolarmente sensibile alla fotofobia, porta sempre con te un buon paio di occhiali da sole, da indossare mentre sei in spiaggia o ti stai dedicando a delle passeggiate all’aperto
  4. Bevi molto, tieni sempre con te una bottiglietta d’acqua
  5. Porta con te una mascherina per gli occhi, da indossare in albergo o durante un trasferimento in aereo