Cataratta: quali sono i sintomi?

Con il termine di cataratta si intende una progressiva opacizzazione del cristallino, la lente naturale che si trova all’interno del nostro occhio. Chi soffre di cataratta ha la costante sensazione di vedere il mondo come attraverso un vetro appannato: di conseguenza leggere, guidare un veicolo o semplicemente apprezzare le espressioni dei visi delle persone diviene sempre più difficoltoso. Spesso la cataratta ha una progressione piuttosto lenta, pertanto nelle sue fasi più iniziali non impatta pesantemente sulla qualità della visione di chi ne è affetto. Con l’andare del tempo la cataratta diventa un problema non trascurabile, capace di rendere molto difficoltose anche le più semplici attività quotidiane. Fortunatamente oggi la cataratta si può trattare con grande efficacia e sicurezza grazie ad un avanzato intervento di chirurgia “gentle-touch”. Perfetto anche per i più timorosi. 

Sintomi della cataratta

I sintomi della cataratta includono:

  • visione offuscata, annebbiata, confusa;
  • difficoltà nella visione notturna;
  • aumento della sensibilità alla luce intensa e all’abbagliamento;
  • necessità di più luce per leggere un giornale o un libro e per compiere le attività quotidiane;
  • percezione di aloni, cerchi luminosi o bagliori attorno agli oggetti;
  • i colori appaiono sbiaditi o giallognoli;
  • a volte si può avere visione doppia.

Quando la cataratta è ancora nei suoi primissimi stadi, si possono avere opacizzazioni di piccole parti del cristallino ed il paziente potrebbe essere non consapevole di gran parte dei sintomi elencati. Mano a mano che la patologia progredisce e che il cristallino si opacizza, invece, i sintomi della cataratta si fanno più evidenti ed il paziente ne diventa pienamente consapevole, iniziando ad avvertire anche le limitazioni che ne derivano.

Fattori di rischio della cataratta

La cataratta è una patologia prevalentemente legata all’avanzare dell’età, ma non colpisce in egual modo tutta la popolazione. Vi sono dei fattori di rischio che contribuiscono a favorirne la comparsa. Questi fattori di rischio della cataratta sono:

  • diabete;
  • obesità;
  • vita sedentaria;
  • fumo;
  • esposizione eccessiva ai raggi UV;
  • abuso di bevande alcoliche;
  • uso di farmaci corticosteroidi in dosi massicce.

Prevenzione della cataratta

La cataratta non è una patologia evitabile, né è possibile rallentarne in alcun modo la progressione. Tuttavia, vi sono alcune buone abitudini che possono contribuire a ritardarne la comparsa. Ecco come prevenire la cataratta:

  • osservare una dieta sana e ben equilibrata, che includa verdura e frutta di stagione;
  • smettere di fumare;
  • non bere alcolici in dosi eccessive;
  • prendersi cura di se stessi e sottoporsi a periodici controlli medici, soprattutto se si soffre di determinate patologie come il diabete;
  • indossare un buon paio di occhiali da sole, con la protezione per raggi ultravioletti, quando si trascorre del tempo all’aperto

Il trattamento della cataratta: è arrivata la chirurgia “gentle-touch”

In generale, l’idea di subire un intervento incute un pò di timore. E agli occhi ancora di più!

E’ bene sapere, però, che oggi l’intervento di cataratta si esegue senza lame nè bisturi, senza iniezioni, senza dolore e senza punti di sutura. Ciò è reso possibile dalla strumentazione di ultima generazione, quale:

  1. il laser a femtosecondi: un laser precisissimo che si comporta come un bisturi  (senza essere un bisturi!) e senza toccare l’occhio del paziente (chirurgia fotonica, con la luce);
  2. il facoemulsificatore ad ultrasuoni: uno strumento che lavora grazie ad onde acustiche ad alta frequenza.

La logica di entrambi gli strumenti è di minimizzare l’invasività dell’intervento, per renderlo agevole e preciso, di breve durata e non doloroso. Il termine “chirurgia” della cataratta, insomma, non deve indurre a strumenti taglienti e acuminati, a punture con la siringa e a punti di sutura. Al contrario, si tratta di una procedura “gentle-touch”, veloce e non dolorosa, dove il laser e gli ultrasuoni lavorano in perfetta sintonia per garantire sicurezza, precisione, recupero veloce di una visione di qualità, riducendo sensibilmente il rischio di complicanze operatorie e post-operatorie.

Per saperne di più

Per conoscere più da vicino l’intervento di facoemulsificazione, chiamaci allo 02 30317600 dal lunedi al venerdi dalle 9.00 alle 19.00.